Rita Fenini

-

Giosetta Fioroni, artista poliedrica e "sperimentatrice" instancabile, inizia a dipingere negli anni Cinquanta, ma già agli inizi degli anni Sessanta si allontana dall' informale e come i compagni di strada di allora (Angeli, Schifano e Festa) si appropria di immagini dell’universo metropolitano per riportarle sulla tela. Nella sua lunga carriera (l' artista è nata a Roma nel 1932), la Fioroni spazia da reinterpretazioni personali della Pop art americana -rivisitata in chiave europea- a carte d’argento, in cui indaga visioni molteplici. Dai primi ideogrammi alle tele, passando per le carte (fulcro di questa esposizione,), le immagini fermate sul bianco della carta prima e della tela poi, sono come impronte effimere di volti, di gesti e di sguardii, momenti che si fissano per un attimo nella retina dell’osservatore e vi rimangono impigliati, sottraendoli allo scorrere del tempo. E in questa interessante mostra se ne possono ammirare esempi emblematici ...

Giosetta Fioroni. Carte anni ‘60
Andrea Ingenito Contemporary Art | Via Cappella Vecchia 8/A (P.zza dei Martiri), Napoli
19 dicembre 2015 – 30 gennaio 2016

© Riproduzione Riservata

Commenti