Rita Fenini

-

“Slight Agitation” è una mostra suddivisa in quattro capitoli che presenta opere site-specific commissionate per questo progetto e realizzate da una serie di artistiinternazionali.

L'"agitazione" a cui allude il titolo è l’agitazione del corpo e della mente, dei sensi e dello spazio. Ogni artista, con la sua specifica proposta, mira ad attivare laparticolare architettura della Cisterna, un edificio preesistente composto da tre ambienti verticali adiacenti, che un tempo ospitavano grandi serbatoi di distillati.

“Slight Agitation” è ideata e curata dal Thought Council della Fondazione Prada (Shumon Basar, CédricLibert, Elvira Dyangani Ose, Dieter Roelstraete) e si sviluppa in quattro capitoli, che presentano una generazionerecente di artisti affermati: Tobias Putrih (Kranj, Slovenia, 1972), Pamela Rosenkranz (Uri,Svizzera, 1979), Laura Lima (Minas Gerais, Brasile, 1971) e il collettivo viennese Gelitin.

Anche se le loro pratiche sono notevolmente diverse per intenti filosofici e modalità espressive, questi artisti sono accomunati dalla volontà di incorporare l’ ambiente nell’ opera stessa, rendendo prioritari l’ esperienza fisica del visitatore e i sensi che lagenerano: un’esperienza che neppure i più avanzati dispositivi tecnologici potrebbero riprodurre.

Il primo capitolo dell' esposizione è stato ideato da Tobias Putrih e si confronta con i concetti di gioco, politica ed emancipazione: Putrih invita il pubblico a collaborare alla definizione dello spazio e all’ allestimento della mostra, mettendo in discussione in modo diretto i confini della fruizione artistica. Gli elementi architettonici in gioco sono un teatro che ospita una costruzione in mattoni in costante evoluzione, un ambiente “tattile” e una scultura che si trasforma in un labirinto


Tobias Putrih. Slight Agitation
20 Ottobre 2016 - 22 Gennaio 2017
Fondazione Prada
Largo Isarco, 2, - Milano -

© Riproduzione Riservata

Commenti