FINAZZER FLORY è GIUSEPPE VERDI
Arte & Idee

Festival della Voce: il bel canto nelle vie di Capri

Il 27 luglio si inaugura la manifestazione organizzata da Massimiliano Finazzer Flory

“Shakespeare al pianoforte, opera lirica in Piazzetta, coro e Giuseppe Verdi in scena, un canto e una chitarra sul terrazzo per Pablo Neruda. Infine ogni giorno dal grammofono le voci scomparse di Scarpetta e Petrolini, Puccini e Toscanini". Il regista e attore Massimiliano Finazzer Flory racconta così il Festival della Voce, che si inaugura a Capri il prossimo 27 luglio.

"Il bel canto italiano è noto in tutto il mondo. E tra le arti l’opera lirica italiana è certamente uno dei punti di forza dell’immagine del nostro Paese all’estero" aggiunge Finazzer Flory. "Perché non parlarne allora e fare intorno al tema della voce una riflessione sulla nostra identità culturale? E soprattutto perché non farne un evento che coinvolga insieme le categorie dello spettatore, del turista, dello straniero, dell’abitante locale?".

Ecco il programma completo della manifestazione. L'ingresso è sempre libero, fino a esaurimento dei posti

Mercoledì 27 luglio – ore 19:30 - Certosa di San Giacomo

Lezione-concerto per pianoforte con Jeffrey Swann - Ispirato alle opere shakespeariane In occasione dei 400 anni dalla scomparsa di William Shakespeare

Giovedì 28 luglio – ore 19:30 - La Piazzetta

Diffusione delle più celebri voci dell’opera Lirica: Caruso, Callas, Tebaldi, Del Monaco, Freni, Pavarotti.

Venerdì 29 luglio – ore 19:30 - Certosa di San Giacomo

Coro Sancarlini Teatro San Carlo di Napoli diretto dal Maestro Carlo Morelli

Spettacolo Teatrale con Massimiliano Finazzer Flory “Verdi legge Verdi” omaggio al più grande compositore italiano attraverso le sue lettere originali

Sabato 30 luglio – ore 22:30 - Terrazza della Funicolare

Melologo di poesie dedicate a Capri di Pablo Neruda attraverso lettura con accompagnamento alla chitarra di Antonio Zuozo

Da giovedì 28 luglio a sabato 30 luglio - Villa Lysis

"Le voci di fuori" da grammofono l'ascolto delle voci dimenticate e inascoltate. Da Puccini a Toscanini. Da Scarpetta a Petrolini…

 

© Riproduzione Riservata

Commenti