Rita Fenini

-

Curata da Flavio Arensi, la mostra ECCE HOMO si snoda in ambienti che consentono un’esperienza fisica forte, tra la vita solida delle sculture e la spazialità vanvitelliana.

Con più di 40 opere ( collocate in 1500 mq all’ interno della Mole), questa suggestiva esposizione intende organizzare un itinerario all' interno dell’ ampio scenario della scultura italiana, proponendo alcuni dei protagonisti salienti che ne hanno caratterizzato lo sviluppo, con particolare riferimento all’ indagine sull’ uomo: a partire da Marino Marini, fino a Francesco Messina, Fausto MelottiMimmo Paladino e ai più recenti autori (quali Velasco Vitali, Paolo Schmidlin, Pietro Ruffo), "Ecce Homo" vuole mettere in relazione la scultura con il rinnovato spazio della Mole, dove l’ allestimento di Andrea Mangialardo cerca di creare dei piccoli cortocircuiti visivi e di relazione fra le opere, installate non per periodo storico ma affinità di soggetto.

ECCE HOMO 

Da Marino Marini a Mimmo Paladino


La scultura di figura nell’arte italiana dal secondo dopoguerra ad oggi

Ancona, La Mole – Magazzino Tabacchi    
28 ottobre 2016 - 7 maggio 2017

© Riproduzione Riservata

Commenti