"Cycle Chic, pedalando con stile". Ovvero, lo street style a due ruote

Un libro fotografico racconta la moda urbana, secondo chi va in bicicletta

il libro del blogger Mikael Colville-Andersen "Cycle Chic", in Italia per De Agostini

Micol De Pas

-

Lo street style della bicicletta. È quello fotografato e conservato nel libro Cycle Chic, pubblicato da Thames&Hudson e ora in arrivo in Italia per De Agostini. Ovvero, pedalare nelle città è glam. Mikael Colville-Andersen tra i più celebri blogger di moda, infatti documenta stile e stili dei ciclisti metropolitani, da Copenhagen a Mosca, da Londra a Dubai, da Odessa a Rio. Il filo conduttore, oltre ai pedali, è la fantasia: come dire che il ciclista è fantasioso di natura. Per come si veste e per come si muove. Perché – questa la tesi dell’autore – pedalare è un gesto che esprime bellezza, la via più virtuosa per riappropriarsi di città ultra-congestionate. Basta leggere il manifesto di Cycle Chic, che tra i dieci comandamenti proposti alla tribù, dice di scegliere l’eleganza sulla velocità, una bici che rifletta la propria personalità e la responsabilità di rendere il panorama urbano esteteticamente più piacevole…

Per avvicinarsi alla filosofia delle due ruote, il mese di maggio fornisce diversi spunti interessanti.

Si comincia il 9 maggio con il Bike to Work Day, in cui tutti gli automobilisti sono invitati ad andare in bici al lavoro; mentre il 12 quasi tutti i comuni italiani festeggiano la Giornata Nazionale della Bicicletta. A Torino è la volta del Bike Pride, con feste per le strade, il 26 del mese.

E da giugno saranno in vendita i libriccini editi da Marcos Y Marcos dedicati alla bici: un racconto di John Muir, in abbinata con il coprisellino ecologico (e impermeabile). Perché anche leggere è di moda. Come pedalare.

Cycle Chic di Mikael Colville-Andersen, De Agostini, 22 euro

© Riproduzione Riservata

Commenti