A otto anni dalla retrospettiva al PAC, il duo ConiglioViola - composto dagli aristi Brice Coniglio e Andrea Raviola - torna a Milano dal 9 marzo al 1° aprile, nello Studio Museo Francesco Messina e in altre dieci sedi in città, per presentare un progetto che trasforma lo spazio urbano in un “cinema diffuso” e per ingaggiare il pubblico in una caccia al tesoro il cui obiettivo non è altro che la ricostruzione del senso di una narrazione.

Il punto di partenza è un’ opera letteraria, Le notti di Tino di Baghdad (1907) di Else Lasker-Schüler: le fiabe espressioniste “orientali” della poetessa tedesca sono un piccolo caleidoscopio di contaminazioni inattese, di cui ConiglioViola ha lacerato la trama per dare vita a ventisei episodi autonomi, ognuno dei quali ha ispirato una diversa tavola incisa sul rame e un diverso episodio cinematografico da fruire in realtà aumentata.

Negli spazi del museo Messina le opere vengono presentate all’ interno di piccoli lightbox realizzati in cemento a forma di finestra araba: basta inquadrare le opere attraverso il proprio smartphone, utilizzando l’ app gratuita, per osservare le immagini prendere vita sul proprio display e ammirare i video realizzati combinando animazione digitale, animazione a mano e le performance di danzatori.

L’ "esperimento" non si conclude solo nel museo, ma coinvolge altre dieci sedi in tutta la città di Milano, ognuna delle quali ospita una diversa tappa del racconto: lo spettatore errante sarà costretto a spostarsi tra gli spazi museali e gli altri punti in città - indicati attraverso una mappa sul sito www.tinobagdad.com - per ricostruire gli episodi di una narrazione che varia con il variare di ogni singolo itinerario.

Il viaggio può iniziare da qualsiasi punto: si tratta di un gioco attraverso il quale bisogna ricostruire una storia e poi condividerla, perché l’ultimo invito che gli artisti rivolgono al pubblico è quello di tornare a casa e riscrivere il testo, trasformando lo spettatore in co-autore


ConiglioViola. Le notti di Tino di Bagdad

Milano, Studio Museo Francesco Messina – Via San Sisto 4/A, Milano
e sedi varie in tutta la città

9 marzo – 1 aprile 2017

Orari dal martedì alla domenica h 10-18. Mercoledì h. 10-20. Chiuso lunedì
Ingresso gratuito

© Riproduzione Riservata

Commenti