Arte & Idee

Cibus in Fabula, street art e digital art colorano Expo 2015

Il progetto del digital storyteller Felice Limosani prenderà vita sulla facciata esterna del padiglione "Cibus è Italia"

Communicating vessels

Simona Santoni

-

Il cibo, la parola d'ordine che da maggio a ottobre rimpierà Milano in tutte le sue declinazioni, è raccontato da una performance live che unisce street art e digital art. Dove? A Expo 2015, ovvio. Sulla facciata esterna del padiglione "Cibus è Italia – Federalimentare Expo 2015" sarà possibile assistire al progetto artistico "Cibus in Fabula" ideato dal digital storyteller Felice Limosani

L'esibizione del vivo porterà in scena 13 murales, realizzati da street artist internazionali (provenienti, tra gli altri, da Giappone, Irlanda, Spagna, Francia, Regno Unito), ciascuno dei quali sarà "remixato" in una video installazione con animazioni digitali.

Food, nutrizione e pianeta, i temi portanti dell'Esposizione Universale, saranno così narrati attraverso due differenti linguaggi contemporanei. Ogni singolo murales prenderà vita con la Video Art. Arte urbana e povera affiancata alla tecnologia per stupire, provocare e riflettere, attraverso la creatività, sugli eccessi, i paradossi e le storture del nostro pianeta. 

L'installazione si compone, al centro, di una parete principale di impatto visivo (7 x 10 metri) e, sulle due ali laterali, di due murales realizzati su tele monumentali di 70 mq: due supporti diversi per rappresentare 13 storie all'insegna di "spray e pixel". Per tutta la durata della manifestazione, gli artisti e  Limosani si alterneranno con cadenza bisettimanale, andando di fatto a rimodulare il volto dello spazio espositivo dedicato alle filiere alimentari italiane allestito da Federalimentare e Fiere di Parma.

La storia di apertura di "Cibus in Fabula" è "Picture of Health" del duo Felice Limosani - Maser  (1 maggio). Ad omaggiare il saper fare dei contadini italiani e del mondo sarà la performance  "Communicating vessels", ( 12 giugno) del duo pugliese Agostino Iacurci e Felice Limosani, ispirata al principio fisico dei vasi comunicanti per inneggiare all'interscambio e alla comunicazione tra popoli.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Street Art: umorismo da strada

Gli arredi urbani si trasformano in giocosi protagonisti della strada attraverso le opere di un writer francese

Djerbahood: street art a Djerba

150 artisti, provenienti da 30 paesi, sono stati invitati da Galerie Itinerrance a realizzare i loro dipinti in un villaggio in tunisia

Commenti