Rita Fenini

-

Artista di levatura internazionale, che nel 2015 fonda a Napoli "SMMAVE - centro per l'arte contemporanea", nella chiesa di Santa Maria della Misericordia ai Vergini (a lungo abbandonata all’incuria e al degrado), Christian Leperino, esclusivamente per l'esposizione milanese, ha realizzato una serie di interessantissime sculture in metallo, essenziali nella forma e caratterizzate da un forte sviluppo verticale: una sorta di “torri-città” che s’inerpicano verso l’alto e sulle quali si stagliano le sagome scarnificate di edifici altissimi, strade, cavalcavia, cisterne

Una visione metropolitana che interseca i temi della crescita incontrollata e dello “svuotamento” urbano, dell’incertezza collettiva e della necessità di immaginare modelli di sviluppo diversi.

Quando

"Babel" sarà visitabile dal 23 febbraio al 22 aprile 2018 nei seguenti giorni e orari:

Dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 20.00

Sabato dalle 18.00 alle 22.00 - Domenica Chiuso -

Dove

Ad accogliere la mostra, gli spazi multidisciplinari ed eleganti della Other Size Gallery, in Via Andrea Maffei 1 a Milano

Perhè è interessante

Curata da Maria Savarese, "Babel" sottolinea con forza il rapporto simbiotico che l'artista ha con la sua città, Napoli, e con la dimensione urbana in generale

Fra le opere esposte nello spazio milanese, particolarmente interessante la serie di opere in PVC di grandi dimensioni, "Cityscape": vertiginose prospettive metropolitane che raccontano gli umori, le luci e le atmosfere della periferia industriale di Napoli, con i tetti delle raffinerie, le cisterne ossidate, i muri di cemento segnati, le sopraelevate.

“Nella mia ricerca artistica – spiega Leperino – è sempre stato centrale il tema della metropoli e il rapporto tra forma dei luoghi e condizione umana. La rappresentazione del paesaggio urbano s’intreccia per me fortemente con la riflessione sul tempo, sulle trasformazioni delle città e sui destini degli individui che le abitano”.

Ed è proprio a questi ultimi che è dedicata l’installazione "Faces" – anch’essa esposta a Milano – composta da una serie di ritratti a china su carta: sono i volti che attraversano le periferie e che di esse condividono gli umori, i colori, la trama sottile.

Christian Leperino, cenni biografici

Nato a Napoli nel 1979, pittore e scultore, nella sua produzione artistica Christian Leperino coniuga la ricerca sul corpo umano con quella sulle metropoli.

A questo nucleo concettuale sono dedicate le opere presentate in recenti esposizioni internazionali: The Silk Road. Arte contemporanea tra Oriente e Occidente, Castel dell’Ovo, Napoli (2016), City Layers, Palais Palffy, Vienna (2015); Linee di Confine.

La natura, il corpo, le città, Museo Carlo Bilotti, Roma (2015); Writings, IICT-Istituto Italiano di Cultura, Tokyo (2014); Chiaroscuro, Accademia delle Arti di Mosca e Accademia di San Pietroburgo (2013); Landscapes of Memory, Museo Archeologico Nazionale di Napoli (2012); 54a Biennale di Venezia, Padiglione Italia (2011); Human Escape, MAC-Museu de Arte Contemporânea de Niterói, Rio de Janeiro (2010).

Sue opere sono presenti in collezioni museali e spazi pubblici: Museo MADRE Napoli; MMOMA-Moscow Museum of Modern Art di Mosca; IICT di Tokyo; Galleria Civica d’Arte Contemporanea di Suzzara; Stazione Ferroviaria di Mergellina, Napoli.

È docente di Tecnologia dei materiali per la Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli e di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata.

Nel 2015 fonda SMMAVE - centro per l'arte contemporanea, di cui è Presidente.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Dürer e il Rinascimento tedesco in mostra a Milano

A Palazzo Reale, dal 21 febbraio al 24 giugno 2018, una ricca selezione di opere dell'artista di Norimberga e di alcuni dei suoi più importanti contemporanei tedeschi e italiani

Artico, l'ultima frontiera. In mostra alla Triennale di Milano

Fino al 25 marzo 2018, oltre sessanta fotografie di paesaggi e abitanti di Groenlandia, Islanda e Siberia scattate da tre grandi fotografi

Frida Kahlo: la mostra al MUDEC di Milano

Fino al 3 giugno 2018, al Museo delle Culture un evento con opere inedite e mai esposte in Italia dell'iconica artista messicana

Commenti