L'Andy Warhol cake designer che non ti aspetti

In occasione della mostra al Museo del Novecento di Milano, un omaggio all'artista della Pop art, con la torta "Flowers"

Omaggio a "Flowers" di Andy Warhol (Le Torte di Simona)

Simona Santoni

-

Dalla "Omelet Greta Garbo" alla "Torte a la Dobosch", ecco alcune delle ricette assurde (e a volte sgrammaticate) che compongono il libro di cucina illustrato Wild Raspberries, che Andy Warhol pubblicò nel 1959, con la collaborazione dell'amica Suzie Frankfurt.

Si tratta di un esile volumetto in edizione limitata pensato per il bel mondo di New York, forse il più fantasioso mai scritto in tema culinario, che fa parodia delle sofisticate ricette francesi. Le illustrazioni sono colorati schizzi di Warhol, i testi sono stati elaborati dalla Frankfurt e scritti a mano (refusi compresi) dalla madre di Warhol.

Sulla base di questo passato da "cake designer", curiosità poco nota della vita variopinta ed eccentrica del protagonista della Pop Art statunitense, nasce l'idea da parte de Le Torte di Simona di realizzare una torta ispirata al celebre quadro Flowers 1964 di Warhol, in occasione della mostra milanese dedicata al prolifico artista. Ecco che Simona Galimberti, chef pasticcere che disegna con cura dolci artigianali, ha cucinato la plastica e colorata cake che vi mostriamo sopra in foto, omaggio all'esuberanza fantasiosa di Andy.

La mostra Andy Warhol's Stardust. Stampe dalla collezione Bank of America Merrill Lynch , precedentemente allestita nelle sale della Dulwich Picture Gallery di Londra, sarà aperta dal 4 aprile all'8 settembre a Milano al Museo del Novecento. Presenta al pubblico una serie di stampe relative ai più celebri nuclei e soggetti di Warhol dagli anni Sessanta fino agli anni Ottanta. L'occasione giusta per ammirare le celebri lattine di zuppa Campbell's e il volto serigrafato di Marilyn Monroe.

© Riproduzione Riservata

Commenti