A dieci anni dalla sua ideazione, finalmente vede la luce il Museo del Louvre di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, la prima ramificazione del celebre museo francese nel mondo arabo. 

Nella sera dell'8 novembre 2017 la cerimonia di inaugurazione, alla presenza del principe Mohamed bin Zayed e del presidente francese Emmanuel Macron. Sabato 11 novembre, invece, l'apertura al pubblico, con concerti e spettacoli di artisti internazionali.

Com'è strutturato il Louvre di Abu Dhabi

Progettato dall'architetto francese Jean Nouvel, già autore della Torre Agbar a Barcellona e del Musée du quai Branly a Parigi, il Louvre d'Oriente è stato costruito sull'isola di Saadiyat, a 500 metri dalla costa di Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi.

È una sorta di faraonica "città-museo". È ispirato a una Medina orientale ed è coperto da una grandissima cupola in acciaio, di 180 metri di diametro, pesante quasi quanto la Torre Eiffel.

Sotto l'immenso tetto d'acciaio, si aprono 55 edifici bianchi in cui sorgono i dipartimenti e le gallerie. Il puzzle di 7.850 stelle metalliche che compone il soffitto fa filtrare un gioco di luci e ombre ispirato ai suk orientali. Il suo ideatore Jean Nouvel l'ha definita una "pioggia di luce".

Quali opere ospita il museo del Louvre di Abu Dhabi

Solo il 5% del museo, con 23 gallerie permanenti, sarà destinato all'arte moderna e contemporanea. Il "Louvre des sables" (Louvre delle sabbie), come lo hanno ribattezzato i francesi vista la vicinanza con il deserto, rifletterà sui temi universali, sullo scambio tra culture, sulle influenze tra civilà, dalla Preistoria fino ai giorni nostri, passando per l'Antico Egitto, la Grecia o la Roma imperiale.

Situato tra deserto e mare, il Louvre di Abu Dhabi conta attualmente circa 300 pezzi in prestito, tra cui un autoritratto di Vincent van Gogh del 1887.
Tra i lavori i esposti anche un Corano del VI secolo, una Bibbia gotica e una Torah dello Yemen
Nell'ambito di un accordo trentennale di partenariato da un miliardo di euro, il Louvre di Parigi ha prestato al cugino del deserto pure il Ritratto di Dama (la Belle Ferronnière) di Leonardo da Vinci.

Per garantire la sicurezza e la buona conservazione delle opere in un luogo in cui le temperature superano spesso i 40 gradi sono state adottate misure eccezionali.

Qual è la finalità "altra" del Louvre di Abu Dhabi

Il museo servirà anche da ponte culturale tra l'Oriente e l'Occidente, un progetto di speranza contro il terrorismo e il fanatismo religioso. Su tale rotta, il Louvre arabo ospita anche opere che tracciano una breve storia del mondo e delle sue principali religioni, incluso il giudaismo, nonostante gli Emirati Arabi ufficialmente non riconoscano Israele. 

La realizzazione del Louvre delle sabbie rientra anche nella politica di "soft power" degli Emirati Arabi Uniti, per guadagnare visibilità internazionale come il vicino Qatar, molto attivo in ambito culturale e sportivo. Secondo molti, il Louvre di Abu Dhabi funge anche da "scudo" geopolitico a protezione del Paese.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti