Giudicare spesso senza conoscere: mi stupisco sempre quando sento pronunciare giudizi troppo categorici. Come nei confronti di donne che scappano dai loro paesi.

Il mio viaggio in Cambogia mi ha fatto toccare con mano la durissima realtà di donne e le bambine che vivono in condizioni veramente difficili. Bimbette di nemmeno 8 anni costrette a lavorare, a fare i lavori più miseri, fino allo sfruttamento a fini sessuali: una realtà che mi nausea e mi addolora a tal punto che non voglio nemmeno parlarne.

Ma per fortuna ho potuto vedere anche realtà fatte di tante bambine felici a scuola, in quelle strutture rese possibili grazie al progetto “Girl friendly school”, ovviamente all’interno della campagna HELP! Il diritto di essere bambini.

La partecipazione dei bambini diventa essenziale per raggiungere l’obiettivo di fare di ogni scuola dove è presente HELP!  un posto più accogliente per tutti i bambini, in particolare per le bambine e per i bimbi più vulnerabili, quelli che vivono in famiglie molto povere, dove l’educazione diventa uno strumento fondamentale di riscatto sociale.
I bambini che comprendono e conoscono i loro diritti imparano a prendersi cura l’uno dell’altro perché imparano l’importanza di essere protetti dalla violenza e dagli abusi.
Gli insegnanti, attraverso questo percorso di consapevolezza, riescono a capire meglio se i bambini vivono situazioni di abusi o violenza in casa, contro loro stessi o contro le loro madri, e possono così intervenire in tempo, prima che anche questi problemi possa degenerare con conseguenze irreparabili.

Io ne sono entusiasta perché qui si sta facendo davvero la differenza! Qui i bambini, ma soprattutto le bambine, sono le protagoniste in tutte le scelte che le riguardano.

Sostieni HELP! in questo percorso: vogliamo creare generazione più responsabili, consapevoli e impegnate nello sviluppo dei loro Paesi.


I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Claudia Gerini per HELP! Il diritto di essere bambini

I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da HELP! Il diritto di essere bambini
© Riproduzione Riservata