Cinema

La voce, thriller politico con Rocco Papaleo - Video

Dal 7 maggio al cinema, è scritto e diretto da Augusto Zucchi

La Voce

Rocco Papaleo ne "La Voce" – Credits: Distribuzione Straordinaria

Distribuzione Straordinaria, nuova struttura di distribuzione cinematografica, debutta sul mercato nazionale con il rilascio del film La voce - Il talento può uccidere, scritto e diretto dall'attore Augusto Zucchi, già regista teatrale e televisivo. Thriller politico su un intrigo fra mondo dello spettacolo e servizi segreti, sarà al cinema dal 7 maggio.

Protagonista Rocco Papaleo, accanto ad Antonia Liskova, Giulia Greco e allo stesso Zucchi.

Gianni (Papaleo) è un imitatore di grande talento la cui carriera si è arenata alle esibizioni nei locali notturni. Dotato di una straordinaria capacità di "rubare" la personalità di chi imita, ne riproduce perfettamente la voce diventando magicamente "l'altro". Per questo viene contattato dai servizi segreti che gli chiedono, per il bene del Paese, di fare alcune telefonate con "altre" voci in cambio di un futuro professionale migliore. Tuttavia, una volta entrato nel gioco, è difficile uscirne e Gianni si rende conto di essere implicato in uno o più omicidi. Tenta di sottrarsi, ma viene ricattato. Il suo già fragile equilibrio psichico peggiora...
Il lungometraggio parte qualche anno dopo la morte del protagonista, quando la figlia, desiderosa di scoprire la verità su quanto accaduto a suo padre, comincia ad indagare sul suo passato, incontrando lo psicanalista che lo aveva in cura e scoprendo il coinvolgimento di questo misterioso personaggio nei rapporti tra l'imitatore e i servizi segreti deviati. 

In questo video in esclusiva un estratto de La voce:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti