È morto Vincenzo Cerami, lo sceneggiatore de "La vita è bella"

Si è spento all'età di 72 anni. Autore anche di grandi libri, è suo il romanzo Un borghese piccolo piccolo da cui è stato tratto l'omonimo celebre film

Vincenzo Cerami, 8 marzo 2011 (Foto Ansa/Claudio Onorati)

Simona Santoni

-

"Perché i cani e gli ebrei non possono entrare, babbo?" "Eh, loro gli ebrei e i cani non ce li vogliono. Eh, ognuno fa quello che gli pare Giosuè. Là c'è un negozio, là, c'è un ferramenta no, loro per esempio non fanno entrare gli spagnoli e i cavalli, eh eh". (da La vita è bella)

---

Vincenzo Cerami, scrittore e sceneggiatore celebre per aver scritto La vita è bella, film premio Oscar di Roberto Benigni, è morto all'età di 72 anni. Era malato da tempo. 

Poche settimane fa gli era stato attribuito il David di Donatello alla carriera che, per suo conto, avevano ritirato gli amici Benigni e Nicola Piovani. Era bello leggere le sue impressioni sul cinema contemporaneo e sulle nuove uscite al cinema nella Domenica del Sole 24 Ore

La sua penna aveva animato anche grandi libri tra cui Un borghese piccolo piccolo, suo esordio nella letteratura e feroce satira delle frustrazioni piccolo-borghesi, da cui fu tratto il famoso film di Mario Monicelli con Alberto Sordi.  Italo Calvino ne scrisse: "Dalla prima pagina il romanzo di Vincenzo Cerami ti prende obbligandoti a fissare uno sguardo spietato su un campione di società italiana quanto mai rappresentativo".

Capace di forte lirismo, ma sempre ancorato al quotidiano, con la sua opera Fantasmi era stato uno dei finalisti del Premio Strega 2001.

Formatosi alla scuola di Pier Paolo Pasolini, era stato suo aiuto regista in Comizi d'amore (1965) e Uccellacci e uccellini (1966): questo incontro fu determinante nella sua formazione e nelle scelte successive.

Come sceneggiatore aveva collaborato anche con Marco Bellocchio (Salto nel vuoto), Gianni Amelio (Colpire al cuore, Porte aperte), Ettore Scola (Il viaggio di Capitan Fracassa), Giuseppe Bertolucci (Segreti segreti), Francesco Nuti (Tutta colpa del Paradiso), Antonio Albanese (Uomo d'acqua dolce, Il nostro matrimonio è in crisi).

Con Benigni uno dei sodalizi più fortunati. Per La vita è bella, vincitore di tre Academy Award (miglior film straniero, miglior attore protagonista allo stesso Benigni, miglior colonna sonora), ricevette una nomination agli Oscar. Ma c'è sempre Cerami, in coppia col discolo toscano, dietro lo script de Il piccolo diavolo (1988), Johnny Stecchino (1991), Il mostro (1994), Pinocchio (2002) e La tigre e la neve (2005).

© Riproduzione Riservata

Commenti