Cinema

Ti guardo, intervista al regista Lorenzo Vigas dopo il Leone d'oro - Video

Il cineasta premiato a Venezia racconta: "Il Venezuela è sceso in piazza per la vittoria". Il film arriva al cinema il 21 gennaio

Ti guardo

Simona Santoni

-

Chi l'ha visto al Lido l'ha amato con il titolo Desde Allá. Primo film venezuelano in concorso alla Mostra del cinema di Venezia, diretto dall'esordiente Lorenzo Vigas, ha varcato i confini nel migliore dei modi, vincendo - meritatamente - il Leone d'Oro 2015. Dal 21 gennaio arriva nelle sale italiane distribuito da Cinema di Valerio de Paolis col titolo italiano Ti guardo, che in fondo rievoca quel "da lontano" della versione originale. Sì, perché il protagonista Armando (interpretato con sguardo imperscrutabile dal cileno Alfredo Castro), è solito pagare i ragazzi di strada per guardarli mentre si spogliano, da lontano, senza il minimo contatto fisico. Ma un giorno il ribelle Elder (Luis Silva) rompe con violenza quella barriera intangibile. Tra i due, uno adulto e l'altro giovane, uno borghese e l'altro membro del popolo più arrabbiato, si crea una strana delicata relazione. Le loro solitudini si abbracciano. In una storia che è amore omosessuale ma anche ricerca del padre, amicizia, incontro (e scontro) di anime.

In questo video in esclusiva Lorenzo Vigas racconta cosa rappresenta per lui Ti guardo e com'è stata accolta la sua vittoria lagunare in Venezuela:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Venezia 2015, ecco perché Desde allá di Lorenzo Vigas ha vinto il Leone d'oro

Alla larga dal sospettare una spinta "filo-sudamericana" da parte del presidente di giuria Alfonso Cuarón. Il film venezuelano ha meritato. Ecco i motivi del successo, punto per punto

Desde allá di Lorenzo Vigas, il film Leone d'oro - Trailer e foto

Storia aspra e disincantata di amore, abusi e traumi, è il primo lungometraggio dell'America Latina a trionfare a Venezia

Venezia 2015, i vincitori: Leone d'oro a Desde allá di Lorenzo Vigas - Foto

Leone d'argento a Pablo Trapero per "El Clan". Coppa Volpi per le migliori interpretazioni a Valeria Golino e Fabrice Luchini

Commenti