Simona Santoni

-

Quentin Tarantino, prima ancora di essere un regista, è un grande cinefilo. A lui il digitale non interessa. La pellicola è il suo credo e la fiera rappresentante di un'epoca ormai passata della distribuzione. Per questo ha girato The Hateful Eight in pellicola, scegliendo per di più una variante del 70 mm, il formato Ultra Panavision 70, da tempo abbandonato, che usa lenti anamorfiche (invece delle normali lenti sferiche) per creare un rapporto d'aspetto di 2.76:1. 

Gli altri fiilm in Ultra Panavision 70

Il formato Ultra Panavision 70 è stato usato per l'ultima volta nel 1966 per il film britannico Khartoum di Basil Dearden con Charlton Heston e Laurence Olivier. Precedentemente era stato usato solo per qualche film, tra cui Gli ammutinati del Bounty (1962), Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo (1963), La più grande storia mai raccontata (1965) e La battaglia dei giganti (1965).

"Per cogliere quel desolato paesaggio western, la neve, la bellezza di quelle location, il 70mm sarebbe stato perfetto", ha detto Tarantino, sottolineando anche che questo formato aggiunge intensità agli interni del film. "Sono convinto che questi grandi formati permettano una maggiore intimità, ti fanno stare più vicino ai personaggi, ti portano dentro la scena. Non penso che sia un formato adatto solamente ai documentari di viaggio". 

Le sale italiane in cui è proiettato in pellicola

L'uscita ufficiale di The Hateful Eight nelle sale italiane è il 4 febbraio con 01 Distribution. Il film ha però goduto di una pre-release il 29 gennaio negli unici tre schermi in cui è possibile vederlo in pellicola, incassando in tre giorni di programmazione 107.828 euro, con una media per copia di 35.942 euro e un totale di 9.239 presenze.

Sono soltanto tre, infatti, le sale italiane tecnicamente attrezzate per questo tipo di proiezione:

1) il Cinema Arcadia di Melzo;

2) il Cinema Lumière della Cineteca di Bologna;

3) il Teatro 5 di Cinecittà Studios a Roma che, per la prima volta, è stato trasformato in una sala cinematografica in occasione della prima italiana di The Hateful Eight il 28 gennaio scorso alla presenza di Quentin Tarantino, Kurt Russel, Michael Madsen ed Ennio Morricone e 888 invitati.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

The Hateful Eight, il western prolisso di Quentin Tarantino: 5 cose da sapere

Sulle note gloriose e arrembanti di Morricone, un film meno arrembante che rimescola in chiave inedita gli ingredienti tipici tarantiniani

The Hateful Eight di Quentin Tarantino, il trailer italiano

L'uscita negli Stati Uniti è fissata per l'8 gennaio 2016. In Italia dovremo aspettare febbraio

Tarantino, The Hateful Eight, 5 idee per vederlo meglio

Razzismo, il portato della guerra civile, la violenza, l'amore per il western, i 70mm Ultra Panavision: di cosa si parla quando si parla di Quentin

The Hateful Eight, la giustizia di frontiera secondo Quentin Tarantino - Video

L'atteso ottavo film del regista pulp arriverà nelle sale italiane il 4 febbraio

Commenti