Simona Santoni

-

Dopo l'ipotesi Leonardo DiCaprio, quella più affascinante e azzeccata di Christian Bale, ora sembra che il candidato per interpretare Steve Jobs nel prossimo film Universal Pictures, sotto l'egida di Danny Boyle, sia Michael Fassbender. L'attore irlandese è un colosso di bravura e non ci son dubbi che avrebbe buone probabilità di riuscire a far dimenticare il fiasco rimediato dal film del 2013 Jobs, dove era stato Ashton Kutcher a interpretare il co-fondatore della Apple (tra l'altro con ottima somiglianza fisica). Inoltre Fassbender ha già dato dimostrazione di saper perder peso per un ruolo (vedi Hunger), abilità che potrebbe essere richiesta per rappresentare gli ultimi anni di vita di Jobs. Un macroscopico dubbio balena però in mente di fronte alla scelta di Fassbender: ma non è troppo bello per interpretare il creatore della Mela morsicata?! 

Ecco allora altre ipotesi di attori (diteci pure le vostre!). Per fisionomia suggeriremmo agli americani il nostro Alessandro Tiberi ma... passiamo alle star internazionali. 

Ryan Gosling

Dai nomi finora ventilati, è chiaro che i produttori vogliano puntare su un attore di alto livello. E sembra che la fascia di età richiesta sia circa sui 35-40 anni. Se si cerca un artista con carisma, fama e maestria, allora Ryan Gosling sembra rispondere alla descrizione. Potrebbe trascinare al cinema un buon pubblico. Ha 34 anni e una mascella volitiva che vagamente può rifarsi a quella del più giovane Jobs. I muscoli di cui è ben fornito? Per un po' potrebbe rinunciare a curarli.

Noah Wyle

Non è un nome altisonante a livello internazionale, però è già abituato a interpretare Steve Jobs. Ha rivestito i suoi panni nel film del 1999 I pirati di Silicon Valley e nello stesso anno è salito sul palco del Macworld Conference & Expo di New York fingendo di essere proprio Steve Jobs. Ex dottor John Carter della serie tv E.R. - Medici in prima linea, ha 43 anni. 

Colin Farrell

È da un po' che non ci consegna un ruolo indimenticabile, ma Colin Farrell di talento ne ha. L'ovale del viso e i colori non sono così lontani da quelli Jobs. Potrebbe essere per lui una sfida avvincente. Età: 38 anni. 

James McAvoy

Il ruolo di giovane Professor X nella serie degli X-Men gli ha lievitato la popolarità. Anche se ha ancora un volto da ragazzino, ha 35 anni e potrebbe ritrovarsi alla sua prova di maturità. 

Joaquin Phoenix

Visto che siamo nel gioco delle ipotesi, perché non puntare alto? Joaquin Phoenix è uno dei migliori attori in circolazione e sarebbe così intrigante e quasi rivoluzionario vederlo nei panni dell'ex CEO di Apple. Sì, forse è un ruolo un po' troppo "normale" per lui, ma gli zigomi pronunciati li ha. Età: 40 anni. 



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Steve Jobs, il biopic (con Michael Fassbender) acquistato da Universal Pictures

Alla regia di Danny Boyle, si basa sulla biografia scritta da Walter Isaacson

Frank, Michael Fassbender trasuda carisma pure in maschera: 5 cose da sapere sul film

Protagonista della commedia anticonformista e intelligente di Lenny Abrahamson, è affascinante e trascinatore anche con un testone di cartapesta in capo. E che voce ha!

Ashton Kutcher, l'emozione e il terrore di essere Steve Jobs

L'attore è un profondo ammiratore del fondatore della Apple. Interpretarlo nel biopic Jobs per lui è stato quasi un dovere, per "proteggerlo". E una sfida spaventosa

Commenti