Simona Santoni

-

Hollywood saluta Robert Chartoff, storico produttore statunitense di Rocky. Il premio Oscar è morto nella sua casa di Santa Monica all'età di 81 anni. Era malato di cancro al pancreas.

Insieme a Irwin Winkler, Chartoff ha prodotto più di trenta film, tra cui tutti e sette i film della serie Rocky, anche Creed, continuazione della serie attualmente in postproduzione. Con il capostipite Rocky vinse l'Oscar nel 1976. Ricevette due nomination anche per il cult Toro Scatenato (1980), diretto da Martin Scorsese e ispirato dall'autobiografia del pugile Jake LaMotta, e per Uomini veri (1983), diretto da Philip Kaufman e tratto dal romanzo di Tom Wolfe La stoffa giusta

Nato a New York nel 1933 e cresciuto nel quartiere del Bronx, Chartoff aveva cinque figli da tre mogli diverse.
Tra i film prodotti si ricordano anche Non si uccidono così anche i cavalli? (1969) di Sydney Pollack, Leone l'ultimo (1970) di John Boorman con Marcello Matroianni, New York, New York (1977) di Scorsese con Liza Minelli e De Niro, Valentino (1977) di Ken Russell. Tra le ultime produzioni, The tempest di Julie Taymor con Helen Mirren e Felicity Jones, del 2010, e Ender's Game di Gavin Hood con Harrison Ford, del 2013.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Sylvester Stallone sarà di nuovo Rambo

Avrà a che fare con il cartello messicano della droga. Il film, quinto della saga, sarà ispirato a Non è un paese per vecchi

Escape Plan - Fuga dall'inferno, l'action movie con Sylvester Stallone e Arnold Schwarzenegger - Video

Commenti