Addio a Richard Matheson, 5 film che ha ispirato

Il romanziere americano si è spento a 87 anni. Dai suoi libri sono nate tante storie per il grande schermo, da Io sono leggenda a Duel

Io sono leggenda

Will Smith in "Io sono leggenda" – Credits: Warner Bros. Pict / Mondadori Portfolio

Simona Santoni

-

Penna prolifera, romanziere che ha trovato nel cinema la trasposizione di tante sue storie come lo spazio per nuove avventure e sceneggiature, è morto a 87 anni Richard Matheson, scrittore statunitense dal passato di operaio e dalla passione per la fantascienza. 

Sono sue le sceneggiature di Lo squalo 3Il padrone del mondo (1961) adattato da un romanzo di Jules Verne, della serie tv Ai confini della realtà, come di tanti altri episodi di serie televisive. Fu anche chiamato da Hitchcock alla scrittura di Uccelli, ma poi il mago dell'horror gli preferì Evan Hunter.

I suoi stessi libri sono stati il punto di partenza per tanti film. Ecco cinque lungometraggi tratti da suoi scritti.

1) Duel (1971)

Cult del cinema, che ha contribuito a lanciare la carriera di un certo Steven Spielberg, Duel è tratto dall'omonimo racconto di Matheson, pubblicato per la prima volta nel 1971 su Playboy. Lo scrittore ne ha curato anche la sceneggiatura. Nato per la tv, ma poi diventato in tutto e per tutto prodotto da grande schermo, è un thriller su una folle e ossessiva sfida stradale tra l'auto guidata da un placido commesso viaggiatore (Dennis Weaver) e l'autocisterna di un camionista con gli stivali (Carey Loftin).

 

2) Echi mortali (1999)

Diretto da David Koepp, è tratto dal romanzo Io sono Helen Driscoll di Matheson del 1958. Dalle sfumature horror, vede lo scettico Tom Witzky (Kevin Bacon) sottoporsi a una seduta di ipnosi, a mo' di sfida verso la cognata Lisa (Illeana Douglas). L'ipsnosi gli procurerà però delle inquietanti e fondatissime visioni. 

 

3) Io sono leggenda (2007)

Celebre titolo con Will Smith, è tratto dall'omonimo romanzo fantascientifico-horror del 1954 di Matheson. Lo stesso libro aveva già ispirato altri tentativi di trasposizione: L'ultimo uomo della Terra (1964) di Ubaldo Ragona e 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra (1971) di Boris Sagal. Diretto da Francis Lawrence, vede Smith nell'anno 2012 unico sopravvissuto a una spaventosa epidemia, che ha trasformato alcuni non morti in zombie. 

 

4) The Box (2009)

Diretto e scritto da Richard Kelly, si basa sul racconto Button, Button del 1970 di Matheson. Una piccola scatola di legno con pulsante rosso recapitata da un misterioso signore mina le coscienze di una giovane coppia composta da James Marsden e Cameron Diaz: se entro 24 ore premeranno il pulsante riceveranno un milione di dollari ma una persona che non conoscono morirà. Se non lo premono, restituiranno la scatola e nulla accadrà. Storia interessante, realizzazione non riuscita. 

 

5) Real Steel (2011)

Diretto da Shawn Levy, prodotto da Steven Spielberg e Robert Zemeckis, è ispirato al racconto Acciaio (Steel) di Matheson, in precedenza già adattato per la televisione per l'episodio Acciaio della serie tv Ai confini della realtà. Hugh Jackman è un ex pugile professionista diventato manager di robot senza troppo successo. La sua vita volta però finalmente pagina con l'arrivo improvviso di suo figlio (Dakota Goyo) e il rinvenimento in una discarica di un vecchio robot.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti