Cinema

Il professore cambia scuola: commedia francese sulle banlieue - Video

Dal 7 febbraio un film divertente e intelligente sull'insegnamento, la periferia e la possibilità di cambiare

Il professore cambia scuola

Simona Santoni

-

Nonostante il titolo poco accattivante nella traduzione italiana, Il professore cambia scuola (titolo originale Les grands esprits) è una commedia francese più che meritevole, misurata, divertente e intelligente.

Dal 7 febbraio al cinema grazie a PFA Films ed EMME Cinematografica, racconta un anno di insegnamento di un docente di una scuola borghese, fiore all'occhiello dell'istruzione parigina, trasferito in un istituto di periferia, nelle problematiche e multietniche banlieu. La tematica si presta a facili luoghi comuni e a ripetere molto di già visto, ma il regista Olivier Ayache-Vidal riesce a non cadere nell'ovvio. 

La sceneggiatura, scritta dello stesso Ayache-Vidal, è pensosa e delicata ma non si prende troppo sul serio, con punte di leggerezza e ironia, suscitando frequenti risate. L'ha realizzata dopo aver trascorso più di due anni al ritmo di cinquecento studenti e quaranta professori dell'istituto Maurice Thorez di Stains.

"Volevo essere realistico, non per avvicinarmi al documentario, ma per rafforzare la finzione", ha spiegato il regista sceneggiatore, che ha quindi scelto attori professionisti solo i ruoli principali. "Ispirato alle recenti, contraddittorie opere di Philippe Meirieu e Liliane Lurçat, il mio film ha l’ambizione di offrire una fotografia dell’istruzione pubblica e aprire il dibattito sulle possibili risposte che l'educazione nazionale può dare a questi studenti, a cui è difficile proporre un modello pedagogico unitario". 

Denis Podalydès, attore della Comédie-Française, è François Foucault, professore di lettere che insegna nel più prestigioso liceo della Parigi bene. Per farsi bello con un'avvenente funzionaria ministeriale (Zineb Triki), si lancia in dichiarazioni di principio che lo precipitano suo malgrado direttamente nella più disagiata scuola delle banlieue. Una realtà che tenta di dominare con i suoi metodi rigidi e severi, spesso inadeguati e privi di successo. Finché non capisce che deve rovesciare il suo punto di partenza e dosare polso e disciplina con empatia e comprensione. Invece che denigrare con sarcasmo l'ignoranza dei suoi alunni, premiare il briciolo di capacità e tirare fuori un minimo di passione: dare ai suoi studenti la possibilità di essere diversi dal fallimento che loro stessi credono di essere.
Il professor Foucault riesce a far breccia sui ragazzi e i ragazzi, lo svogliato Seydou (Abdoulaye Diallo) su tutti, fanno breccia su di lui.

In questo video in esclusiva un estratto del film Il professore cambia scuola

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I 10 film francesi più belli del 2017

Al primo posto "Elle", una storia conturbante, amorale, spietata e divertente

I 10 film francesi più belli del 2016

Commedie stravaganti e raffinate, piccole perle d'animazione o d'ironia, drammi che brillano d'autenticità. Ecco il meglio del cinema d'Oltralpe in questo anno, secondo noi

I 10 film francesi più belli del 2015

Piccole perle di umorismo e indagine psicologica, storie di immigrazione e speranza, canti di libertà repressa. Ecco il meglio del cinema d'Oltralpe in questo anno, secondo noi

I 10 film francesi più belli del 2013

Il cinema d'Oltralpe ci ha consegnato storie appassionate, di naturalismo intenso, e commedie argute...

I 10 film francesi più belli del 2012

Il cinema d'Oltralpe ci consegna sempre tanti titoli, spesso validi e intriganti. Come Quasi amici, Sister, Polisse...

Commenti