Cinema

È morto Peter O'Toole, gli occhi blu di Lawrence d'Arabia - Il ricordo in foto

L'attore irlandese è scomparso a 81 anni. Per tutti resterà l'affascinante avventuriero del deserto del kolossal di David Lean

 

I suoi occhi blu incorniciati dalla kefia bianca in Lawrence d'Arabia sono un'immagine immortale della storia del cinema. Lui invece, l'attore irlandese Peter O'Toole, è morto il 14 dicembre al Wellington Hospital di Londra (il suo agente ne ha diffuso la notizia recentemente). 

Ritiratosi dalle scene teatrali e cinematografiche da poco più di un anno, da qualche tempo si era ammalato.

 

Nato il 2 agosto 1932 in Irlanda, a Connemara, Peter O'Toole aveva iniziato la carriera a teatro, come attore shakespeariano del prestigioso Old Vic di Londra, per arrivare poi in tv e al cinema. Ha collezionato ben otto candidature agli Oscar come migliore attore protagonista, senza mai vincere una statuetta. La quasi consolazione venne con quella alla carriera nel 2003.

Per tutti O'Toole è soprattutto Lawrence d'Arabia, ruolo iconico del 1962, avventuriero affascinante, dominatore del deserto, ufficiale dal temperamento singolare del film epico di David Lean. Ma gli collezionò altre parti e titoli importanti, come Becket ed il suo re (1964) al fianco di Richard Burton, Lord Jim (1965) di Richard Brooks, La Bibbia (1966) di John Huston, Il leone d'inverno (1968) di Anthony Harvey, L'ultimo imperatore (1987) di Bernardo Bertolucci, Troy (2004) di Wolfgang Petersen.

L'ultimo suo lavoro cinematografico è di quest'estate, The Whole World at Our Feet di Salamat Mukhammed-Ali con Armand Assante, ancora inedito.

La sua vita privata fu tormentosa: fu accusato dalla ex moglie Sin Phillips di crudeltà mentale, soprattutto quando O'Toole cedeva alle lusinghe dell'alcool. Il vizio di bere ha danneggiato anche la sua salute, costringendolo nel 1976 a un intervento chirurgico per la rimozione del pancreas e di parte dello stomaco, operazione che lo ha reso insulino-dipendente.

 Ricordiamo l'indimenticabile ifficiale T. E. Lawrence in foto.

© Riproduzione Riservata

Commenti