Cinema

Paolo Villaggio: "Se devo avere un funerale in Chiesa, lo voglio a San Pietro"

In Campidoglio la camera ardente e, a seguire, la cerimonia laica alla Casa del Cinema di Roma

paolo-villaggio

Redazione

-

Mercoledì mattina, in Campidoglio, ci sarà la camera ardente e a seguire una cerimonia laica alla Casa del Cinema di Roma.

- LEGGI ANCHE: Intervista a Paolo Villaggio: "Sono un vero indifferente e un falso cinico. Ma monogamo"

"Come vorrebbe essere ricordato? Con un funerale a San Pietro". Lo hanno detto con un sorriso sulle labbra i figli di Paolo Villaggio davanti alla clinica Paideia. "Diceva spesso scherzando - ha ricordato la figlia Elisabetta -: se devo avere un funerale in chiesa, lo voglio a San Pietro".

- LEGGI ANCHE: Addio a Paolo Villaggio, al ragionier Fantozzi e all'Italia del posto fisso

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Paolo Villaggio scrittore. I libri da leggere per ricordarlo

Non solo attore, ma anche uno scrittore prolifico: ecco cosa leggere per ricordare e riscoprire il grande comico scomparso a 84 anni

Paolo Villaggio, l'addio social di amici e colleghi

Twitter e Facebook sono oggi cassa di risonanza del cordoglio dell'Italia intera per la morte del Ragionier Fantozzi

Addio a Paolo Villaggio, al ragionier Fantozzi e all'Italia del posto fisso

Attore irriverente, ha ritratto le miserie degli ultimi. Con una comicità grottesca e spietata. Che ha lasciato il segno. FOTO E VIDEO

Intervista a Paolo Villaggio: "Sono un vero indifferente e un falso cinico. Ma monogamo"

Scontroso, vanitoso, perfido e inaffidabile, l'attore raccontava a Panorama se stesso, come mai aveva fatto, e gli amici: Gassman ("cannibale"), Tognazzi ("erotomane"), De André ("una carogna"). E diceva: il mondo è fatto di nullità che grazie a Fantozzi non si sono accorte di esserlo

Commenti