Notre-Dame de Paris, il balletto con Roberto Bolle al cinema - Trailer

Il 16, 17 e 18 dicembre lo spettacolo della Scala è riproposto sul grande schermo

Notre-Dame de Paris – Credits: Microcinema

Simona Santoni

-

Notre-Dame de Paris, il balletto rappresentato al Teatro alla Scala di Milano nel febbraio 2013, registrando il tutto esaurito nelle settimane in cui è andato in scena, diventa film evento, arricchito da un accurato lavoro di postproduzione ed edizione (riprese in HD e audio 5.1). 

Il 16, 17 e 18 dicembre grazie a Microcinema e Rai arriva in 150 sale cinematografiche italiane.

Il balletto è ispirato all'omonimo romanzo di Victor Hugo, per la coreografia di Roland Petit, le musiche di Maurice Jarre, le scene di René Allio e i costumi di Yves Saint-Laurent. 

La bontà e la sensibilità di Quasimodo, il campanaro gobbo innamorato della dolce Esmeralda, sono interpretate dalla stella Roberto Bolle. "La sfida è tirare fuori la bellezza interiore", ha detto Bolle, chiamato a fare proprie le deformazioni fisiche del gobbo per il Notre-Dame de Paris di Petit. Sul palcoscenico anche Natalia Osipova, prima ballerina del Teatro Mikhailovskij e dell'American Ballet Theatre, e i primi ballerini Mick Zeni (Frollo) e Eris Nezha (Phoebus).

"Per me lo spettacolo è una creazione totale: danza, scene, costumi, partitura musicale..." ha dichiarato Petit. "Come librettista e coreografo, vedo i tre personaggi di questa passione fatale come creature 'a parte': Esmeralda – come l'amore – è zingara e quindi sospettata di essere un po' strega. Quasimodo non è un mostro, è piuttosto un individuo complessato, perché ha subìto un infortunio. Creature che vengono respinte per la loro 'differenza'. Frollo è un uomo tormentato fra i suoi desideri e la sua coscienza, fra la carne e lo spirito. Potrebbe essere una storia di oggi".

Ecco il trailer di Notre-Dame de Paris:

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La Traviata alla Scala, una delusione

La Prima milanese tra luci ed ombre. Il commento di Nazzareno Carusi

Commenti