Mission: Impossible - Rogue Nation
Cinema

Mission: Impossible - Rogue Nation, la squadra di Tom Cruise. Video e foto

Il film arriverà al cinema il 19 agosto. Conosciamo meglio Ving Rhames alias Luther Stickell, inseparabile aiutante di Ethan

Negli States Mission: Impossible - Rogue Nation ha scosso il botteghino: uscito il 31 luglio, si è posizionato primo del weekend con circa 56 milioni di dollari di incassi. In Italia il quinto capitolo della serie action-thriller con Tom Cruise arriverà il 19 agosto con Universal Pictures. Alla regia c'è Christopher McQuarrie, che già aveva diretto il divo in Jack Reacher - La prova decisiva.

Cruise torna a rivestire i panni di Ethan Hunt per affrontare una nuova missione impossibile. L'agenzia di spionaggio sotto copertura conosciuta come IMF (Impossible Mission Force) è sottotiro. Ma c'è una minaccia ancora più pericolosa nell'ombra: il Sindacato, un impenetrabile gruppo altamente addestrato di spie rinnegate, che hanno lasciato il loro paese per creare un nuovo programma tutto loro con l'intento di destabilizzare le fondamenta della civiltà. 

Tornano a lavorare con Cruise ritraendo gli agenti e colleghi di Hunt: Jeremy Renner nei panni di William Brandt; Simon Pegg è il piccolo-mago Benji; Ving Rhames è Luther Stickell. Partecipano all'azione anche l'attrice svedese Rebecca Ferguson (già vista in Hercules) nei panni della misteriosa Ilsa Faust, Sean Harris (Prometheus) come Solomon Lane e Alec Baldwin, che interpreta il direttore della CIA, Alan Hunley.

In questo video in esclusiva conosciamo meglio Ving Rhames e il suo personaggio Luther Stickell, l'esperto di computer che è apparso nell'originale Mission: Impossible (1996) diretto da Brian De Palma e che da allora non si è perso nessuna "mission implossible":

 

Il produttore Don Granger afferma: "Passati venti anni dalla sua prima apparizione, Ving Rhames si adatta ancora perfettamente al ruolo di Luther. È lo statista più anziano dell'IMF. Così come Luther conosce da molto tempo Ethan, in un certo senso, anche Ving ha conosciuto a fondo Tom. Dimostrano così di avere una confidenza ed una complicità che trapela dallo schermo. Jeremy, d'altra parte, è l’elemento trainante degli altri personaggi, mentre Simon fa un po’ da cuscinetto tra tutti loro. È molto divertente guardarli tutti insieme".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti