È morto Mickey Rooney, leggenda comica americana

L'attore più longevo della storia del cinema è scomparso all'età di 93 anni

– Credits: Chris Blumenshine/Getty Images

Simona Santoni

-

La sua faccia da ragazzino birbante, sorridente e sagace, è scolpita nella memoria. Mickey Rooney (pseudonimo di Joseph Yule, Jr.), l'attore più longevo della storia del cinema, è morto all'età di 93 anni.  

Comico statunitense, ma anche ballerino, cantante e showman, nato a New York il 23 settembre del 1920, aveva esordito ad appena due anni in spettacoli insieme al padre. Negli anni '30 era diventato famoso per il personaggio di Andy Hardy, un giovane ragazzo ribelle protagonista di una serie di popolari lungometraggi, in cui aveva spesso recitato a fianco di Judy Garland.

Note le sue interpretazioni in Capitani coraggiosi (1937) e La città dei ragazzi (1938) dove recitò come coprotagonista con Spencer Tracy. Nel 1939 ricevette la nomination all'Oscar per il film Ragazzi attori.

GUARDA ANCHE: MICKEY ROONEY, IL RICORDO IN FOTO

Candidato per quattro volte agli Oscar, non era mai riuscito a conquistarlo, ma nel 1939 l'Academy gli aveva riconosciuto un premio come attore giovanile e nel 1983 lo aveva nuovamente premiato per i 60 anni di carriera. Negli anni '80 e '90 era comparso in varie in serie tv popolari come Love Boat, La signora in giallo e ER - Medici in prima linea. Tra le sue otto mogli, spicca la prima, sposato nel 1942, Ava Gardner. 

Tra le sue ultime apparizioni sul grande schermo ricordiamo quelle in Una notte al museo (2006) quando interpretò il guardiano notturno. Rooney, con i suoi 91 anni di carriera sul grande schermo, ha battuto il record di longevità artistica appartenuto prima a Lillian Diana Gish.

© Riproduzione Riservata

Commenti