Cinema

Land of mine - Sotto la sabbia, giovani nazisti nella Danimarca liberata - Video

Al cinema dal 24 marzo un ritaglio di storia poco noto. Imberbi soldati tedeschi costretti a disinnescare mine sulle coste danesi

Land of mine - Sotto la sabbia

Simona Santoni

-

Nei giorni che seguirono la resa della Germania nazista nel maggio del 1945, i soldati tedeschi in Danimarca furono deportati e messi a lavorare per quelli che erano stati i loro prigionieri. Obiettivo: rimuovere i due milioni di mine posizionate dalle truppe naziste sulle coste danesi. Land of mine - Sotto la sabbia del danese Martin Zandvliet racconta questo ritaglio di storia poco noto. Lo fa con cura e tanto cuore. Immortala la crudele voglia di vendetta, come il lento svegliarsi del senso di riconciliazione. Al cinema il 24 marzo con Notorious Pictures, apprezzato al Festival di Toronto, ha nel cast Roland Møller, visto in Second Change di Susanne Bier, e il giovane Louis Hoffman.

I prigionieri di guerra tedeschi non furono né educati né preparati al compito di disinnescare mine e molti di loro appartenevano al cosiddetto Volkssturm, una milizia nazionale istituita da Hitler verso la fine della guerra per arruolare coloro che non erano già al servizio delle forze tedesche. Molti erano giovanissimi, altri molto anziani. I più giovani avevano 13 anni. Land of mine - Sotto la sabbia ci mostra soldati poco più che bimbetti, alle prese con l'odio, la fame, esplosioni, amputazioni e morte.

In questo video in esclusiva un estratto di Land of mine - Sotto la sabbia:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fury, Brad Pitt in guerra: 5 cose da sapere

Tra carri armati autentici recuperati dalla Storia e scene di ordinaria brutalità, un war movie solido che concede momenti di stanchezza prima dell'epico e intenso finale

Il ponte delle spie di Steven Spielberg: 5 motivi per vedere il film

Thriller vecchio stile solido e teso, attraverso la storia di un eroe comune tesse una sobria riflessione sui valori delle società democratiche. Con un Tom Hanks magistrale, una volta di più

American Sniper, film di guerra e contro la guerra firmato Clint Eastwood

Dal 1° gennaio al cinema. Bradley Cooper è Chris Kyle, il tiratore scelto più letale di tutta la storia militare degli Stati Uniti

Commenti