A sessant’anni dall’uscita del film di Mario Soldati "La donna del fiume", Comacchio rende omaggio alla sua stella con una mostra che coglie l’occasione dell’anniversario per fare un viaggio nel tempo e nel territorio del delta del Po. L' esposizione, allestita nelle sale di Palazzo Bellini, riunisce una selezione di immagini - tra fotografie di scena e di backstage, scatti delle location, manifesti e locandine originali mai esposti prima - che, unite alle voci e alle testimonianze di coloro che nel ‘54 hanno assistito alle riprese, raccontano questo territorio, il film e la sua diva.

Fondamentale per la realizzazione dell' evento è stata la collaborazione di Paolo Micalizzi (profondo conoscitore del cinema girato nel Delta del Po e consulente scientifico del progetto) e quella di Giampaolo Guidi, a cui appartengono le locandine, i manifesti e i cimeli d’epoca che ci restituiscono intatta l’atmosfera del tempo e ci dimostrano come "La donna del fiume" abbia goduto di un’ampia risonanza nazionale e internazionale. Con la pellicola, che uscì nel 1955, Comacchio irruppe sullo schermo facendo conoscere agli spettatori l’affascinante paesaggio del Delta padano e le sue genti.

Il film fu interamente girato tra Comacchio e le sue Valli, a Lido di Volano, Taglio della Falce e nei canneti di Pila a Porto Tolle, coinvolgendo, come attori secondari, figuranti o semplici spettatori, numerosi abitanti del territorio.  A questi luoghi la mostra fa un continuo rimando lungo tutto il percorso, ma soprattutto incentivando lo spettatore a continuare la visita fuori dalle sale di Palazzo Bellini, seguendo l’itinerario cineturistico “La nascita di una nuova stella del cinema: Sophia Loren”,  che tocca le principali location del film.

La mostra, curata da Stefania Marconi e Andrea Samaritani è promossa dall' Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Comacchio, in collaborazione con l' Ente di gestione per i Parchi e le Biodiversità - Delta del Po. Ad organizzarla Open Group e Articolture, società bolognese di progettazione culturale, in collaborazione con Ferrara Film Commission, l’associazione A Spasso nel tempo e con il contributo di CARIFE

Sophia Loren e il Delta del Po - sessant’anni dopo La donna del fiume
Palazzo Bellini, Via Agatopisto 5, Comacchio (FE)
Da lunedì a sabato, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Durante i week end della Sagra dell’Anguilla (26-27 settembre, 3-4 e 10-11 ottobre) la mostra rimarrà aperta al pubblico con orario continuato.

© Riproduzione Riservata

Commenti