John Travolta, 60 anni da impomatato a boss mafioso - Foto

Auguriamo buon compleanno al Tony Manero de La febbre del sabato sera ripercorrendo la sua carriera in immagini

Simona Santoni

-
 

Il Tony Manero che ballava sulle note di Stayin' Alive dei Bee Gees oggi compie 60 anni. John Travolta saluta il traguardo con qualche chilo in più ma in buona forma, pronto a consegnarci nuovi film. Lo vedremo infatti presto nel poker movie The Forger quindi sarà John Gotti nella biografia dedicata al famoso personaggio della mafia.

La carriera del ballerino impomatato anni '70 ha però conosciuto luci e ombre. Dopo l'apparizione in un piccolo e perfido ruolo in Carrie - Lo sguardo di Satana di Brian De Palma (1976), il successo è arrivato subito esplosivo con La febbre del sabato sera (1977) e Grease (1978), che lo hanno reso un teen-idolo tutto brillantina e zampe d'elefante. 

Negli anni '80 però Hollywood si è dimenticato a lungo di lui. Poi è arrivato Quantin Tarantino che gli ha offerto il ruolo di Vincent Vega in Pulp Fiction e si sono riaperte nuove opportunità.

 

Per l'attore americano il momento più tragico è avvenuto però nel 2009, quando, durante una vacanza alle Bahamas, ha visto morire il figlio autistico Jett. "Non sarei sopravvissuto alla morte di mio figlio senza l'aiuto di Scientology", ha raccontato. Per un po' ha anche pensato di smettere con la recitazione.

Invece lo vedremo presto sul grande schermo in ruoli da duro (in Killing Season, uno dei suoi lavori più recenti, accanto a Robert De Niro è stato un soldato affamato di vendetta). 

Appassionato di aviazione e insegnante di volo, il suo sogno è fare la parte del cattivo in un futuro nuovo film sullo 007. "Mi piacerebbe moltissimo. Non succederà nel prossimo film ma ne ho parlato con i produttori, magari un giorno succederà".    

 

Ripercorriamo la carriera di John Travolta in questa gallery. 

© Riproduzione Riservata

Commenti