Cinema

È morta Joan Fontaine, musa insicura di Hitchcock - Foto

Si è spenta a 96 anni. Vinse l'Oscar nel 1942 come protagonista de Il sospetto. Celebre la sua rivalità con la sorella anch'essa attrice Olivia de Havilland

 

Joan Fontaine, star di Hollywood degli anni '40, è morta per cause naturali nella sua casa di Carmel, in California, all'età di 96 anni.

Sorella minore di Olivia de Havilland, ancora in vita, con lei ha vissuto una grande rivalità artistica. Il suo vero nome è Joan de Beauvoir de Havilland, ma quando decise di intraprendere anche lei la carriera di attrice, come Olivia, la madre rifiutò che potesse usare il nome di famiglia. Quando Joan vinse il suo primo e unico Oscar nel 1942, era candidata anche Olivia (che si rifece anni dopo vincendone due): quando si alzò per andare a ritirare la statuetta evitò le congratulazioni della sorella, aprendo ulteriormente la frattura tra le due. Le sorelle non si sarebbero poi parlate per decenni.

 

Nata il 22 ottobre del 1917 a Tokyo, cittadina britannica, Joan Fontaine fu naturalizzata americana nel 1943. Ha conquistato tre nomination agli Academy Awards e la statuetta della discordia arrivò per il film Il sospetto di Alfred Hitchcock. Già era stata musa del mago del brivido in Rebecca, la prima moglie (1940), primo film americano del regista. Per lui Joan interpretava la tipologia della donna insicura, afflitta da complessi di inferiorità. 

Fra i suoi maggiori successi i film Il fiore che non colsi (1942), La porta proibita (1944), La sfinge del male (1947) e Lettera da una sconosciuta (1948).

Sposatasi quattro volte, ebbe quattro divorzi e due figlie. Il suo nome è iscritto nella Hollywood Walk of Fame di Los Angeles.

© Riproduzione Riservata

Commenti