La grande bellezza di Paolo Sorrentino trionfa ai Bafta

Alla consegna dei riconoscimenti cinematografici britannici ha vinto come miglior film straniero: un altro passo verso l'Oscar. Premiati 12 anni schiavo e il suo interprete Chiwetel Ejiofor e Cate Blanchett

Paolo Sorrentino coi produttori Francesca Cima e Nicola Giuliano in posa nella stanza dei vincitori alla Royal Opera House di Londra – Credits: Anthony Harvey/Getty Images

Simona Santoni

-

Dopo aver trionfato a gennaio ai Golden Globe di Hollywood, La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha conquistato ieri sera il premio per il miglior film straniero ai Bafta (British Academy of Film and Television Arts), gli Oscar britannici.

Un ulteriore passo verso il traguardo finale del 2 marzo a Los Angeles per gli Academy Awards, il vero Oscar. La sfida londinese era soprattutto - e non per la prima volta - con La vita di Adele  del francese Abdellatif Kechiche (non presente invece nella cinquina degli Oscar). Per ricevere il premio sul palco alla Royal Opera House è salito Sorrentino che ha voluto dedicare il riconoscimento a Carlo Mazzacurati, scomparso il mese scorso. 

Un forte accento americano ha caratterizzato la 67/ma edizione dei Bafta, dove tante pellicole a stelle e strisce hanno dominato (da Blue Jasmine ad American Hustle).  Il premio per miglior film è andato a 12 anni schiavo del britannico Steve McQueen, che ha anche visto premiato come miglior attore Chiwetel Ejiofor. Migliore regista il messicano Alfonso Cuarón per Gravity, miglior attrice Cate Blanchett per Blue Jasmine di Woody Allen: nel ritirare il riconoscimento Cate ha ricordato Philip Seymour Hoffman dedicandogli il premio. Migliore attore non protagonista Barkhad Adbi, il pirata di Captain Phillips.  Migliore attrice non protagonista Jennifer Lawrence per American Hustle di David O. Russell.

A Gravity, l'avventura spaziale in 3D con George Clooney e Sandra Bullock, anche il premio come miglior film britannico, per la musica, suono ed effetti visivi. A un altro film britannico, Philomena, interpretato da Judi Dench e Steve Coogan e diretto da Stephen Frears, è andato il premio per la migliore sceneggiatura non originale.

A Helen Mirren, attrice celebre per le sua interpretazione della regina Elisabetta in The Queen, è andato il premio alla carriera: la dama del cinema britannico ha ricevuto il riconoscimento dalle mani del principe William, nipote della sovrana.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Golden Globe 2014, trionfa La grande bellezza. Tutti i vincitori

Paolo Sorrentino riporta l'Italia tra i grandi. Miglior film drammatico 12 anni schiavo, migliore commedia American Hustle - L'apparenza inganna

Oscar 2014, chi sono i rivali de La grande bellezza

Conosciamo meglio le quattro opere che il 2 marzo potrebbero soffiare a Paolo Sorrentino la statuetta al miglior film straniero

Commenti