Cinema

Il giovane Karl Marx: il film di politica e rivoluzione di Raoul Peck - Video

Dal 5 aprile al cinema la storia del filosofo che firmò il Manifesto del Partito Comunista

Il giovane Marx

Simona Santoni

-

Nell'anno del 200° anniversario dalla nascita di Karl Marx e nel 170° anniversario della pubblicazione del Manifesto del Partito Comunista, arriva nei cinema italiani (dal 5 aprile distribuito da Wanted con Valmyn) Il giovane Karl Marx, film del regista haitiano Raoul Peck, già autore del documentario I Am Not Your Negro candidato all'Oscar.

Nato il 5 maggio 1818 nella città tedesca Treviri, Karl Marx, filosofo rivoluzionario, è stato un personaggio affascinante e controverso. Il film ne ripercorre il pensiero, l'ardore e la passione politica. Lo interpreta l'attore tedesco August Diehl, già visto in Bastardi senza gloria e Il falsario - Operazione Bernhard.

All'età di 26 anni, Karl Marx (Diehl) si mette insieme alla moglie Jenny (Vicky Krieps, appena vista ne Il filo nascosto) sulla strada dell’esilio. Nel 1844 a Parigi conosce il giovane Friedrich Engels (Stefan Konarske), figlio del proprietario di una fabbrica, che studiava gli inizi del proletariato inglese. Engels, una specie di dandy, dà a Marx il pezzo mancante del puzzle che ricompone la sua nuova visione del mondo. Insieme, tra censura e raid della polizia, rivolte e sollevamenti politici, presiederanno alla nascita del movimento operaio, che fino a quel momento era per lo più disorganizzato e improvvisato. Un movimento che, guidato, contro ogni aspettativa, da due giovani uomini di buona famiglia brillanti, insolenti e perspicaci, diventerà la più totale trasformazione teoretica e politica del mondo dal Rinascimento.

In questo video in esclusiva un estratto del film Il giovane Karl Marx:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Cina: il Congresso del Partito Comunista in foto

Svoltosi dal 18 al 24 ottobre, ha visto uscirne rafforzato Xi Jinping. Ecco le immagini più significative

Armando Cossutta, il custode dell'ortodossia comunista

Se n'è andato a 89 anni l'ex partigiano e storico dirigente Pci milanese. Della sua fedeltà a Mosca aveva fatto una bandiera

Quando Morandi diceva: Cristo era comunista

Non si placano le polemiche per il suo post sui migranti di ieri e quelli di oggi. Lui però queste tesi le ha sempre sostenute come mostra una sua vecchia intervista

Commenti