Cinema

I film da vedere questa settimana

Racconti di fantascienza o storie d'amore viscerali, musical pieni di sogni o biopic eleganti, war movie o doc commoventi

Moonlight

Simona Santoni

-

Settimana per settimana, ecco i film migliori su cui puntare in questo 2017. 

Moonlight di Barry Jenkins

Un ragazzino nero, una madre assente, bullismo e un bacio gay: gli ingredienti per una storia di formazione intensa e commovente. Otto nomination all'Oscar e il Golden Globe come miglior film drammatico. Bella scoperta Mahershala AliDove: al cinema dal 16 febbraio. 

Manchester by the sea di Kenneth Lonergan

Viaggio all'interno dei territori emotivi più annientati dal dolore. Quanta tristezza! Casey Affleck si scrolla di dosso l'ombra del fratello più celebre Ben. Molto intenso. Forse però un po' monocorde. Sei candidature all'OscarDove: al cinema dal 16 febbraio. 

 

Settimana dal 6 al 12 febbraio 2017

Il disprezzo (1963) di Jean-Luc Godard

Per la prima volta in sala il director’s cut di un classico della nouvelle vague, all'epoca stravolto dalla produzione (per l'edizione italiana Carlo Ponti lo fece scorciare di una ventina di minuti). Con Brigitte BardotDove: al cinema dal 6 febbraio.

Il discorso del re (2010) di Tom Hooper

Per chi vuole stare alla larga da Sanremo, ecco il film perfetto sul sovrano balbuziente, il padre dell'attuale regina d'Inghilettera. Una fusione ineccepibile di storia ed emozioni, con l'interpretazione magistrale di Colin FirthDove: 7 febbraio, Canale 5, ore 21.11.

Interstellar di Christopher Nolan

Tra distese di campi coltivati, tempeste di sabbia, nuove galassie da esplorare, si muove un'avventura fantascientifica affascinante ed enigmatica. Con Matthew McConaughey. Dove: 9 febbraio, Canale 5, ore 21.11.

Un re allo sbando di Peter Brosens e Jessica Woodworth

Non è la commedia divertente e tagliente che ti aspetti. È un film meno memorabile del precedente del duo belga, La quinta stagione, ma concede momenti di distrazione grottesca, in un road movie che dà spazio alla solitudine di un monarca. Dove: al cinema dal 9 febbraio.


Settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio 2017

La battaglia di Hacksaw Ridge di Mel Gibson

Tra corpi dilaniati, sangue e potenti scene di battaglia, la storia di Desmond Doss, eroe di guerra senza armi. Ottimo Andrew Garfield. I principi etici pacifisti e religiosi talvolta sfociano in retorica, ma senza disturbare. Dove: al cinema dal 2 febbraio.

Life, Animated di Roger Ross Williams

Doc candidato all'Oscar, è commovente e illuminante. Owen Suskind è un ragazzo autistico. All'età di tre anni è sprofondato in un silenzio di isolamento, incapace di comunicare. Com'è riuscito a uscirne? Attraverso i cartoon della DisneyDove: al cinema dal 2 febbraio.

Billy Lynn - Un giorno da eroe di Ang Lee

Non è di potenza immediata, ma le 2 ore e 10 minuti scorrono abbastanza bene e pongono riflessioni sui traumi di chi va in guerra e sul senso di appartenenza che si crea tra chi rischia la vita insieme. Dove: al cinema dal 2 febbraio.


Settimana 23 al 29 gennaio 2017

La La Land di Damien Chazelle

7 Golden Globe vinti, 14 nomination agli Oscar: chi non muore dalla voglia di vederlo? Il musical dei tempi d'oggi è un tripudio di virtuosismi. Allegria, sogni, piani sequenza. Meno ritmo nella seconda parte, ma Chazelle sembra un direttore d'orchestra. Dove: al cinema dal 26 gennaio.

Split di M. Night Shyamalan

Thriller psicologico che confina con l'horror, in balia delle personalità multiple di James McAvoy. È ben lontano dai picchi de Il sesto senso, ma tiene incollati dall'inizio alla fine. Da segnalare la giovane Anya Taylor Joy. Dove: al cinema dal 26 gennaio.


Settimana dal 16 al 22 gennaio 2017

Arrival di Denis Villeneuve

Non è l'invasione aliena né la fantascienza che ti aspetti. Non ci sono battaglie ma riflessioni su come comunicare ed entrare in contatto. Un punto di vista insolito e quasi metafisico: non conquista inequivocabilmente ma ha il suo fascino. Dove: al cinema dal 19 gennaio

La vita di Adele di Abdellatif Kechiche

In una storia d'amore lesbico raccontato con un naturalismo esasperato e sublime, Adèle Exarchopoulos e Léa Seydoux sono un regalo per il cinema, a cui si danno visceralmente e con autenticità. Palma d'Oro a Cannes nel 2013. Dove: 18 gennaio, ore 21.15, in prima tv su TV8.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I film più belli del 2016

Al primo posto un'opera solida e rigorosa. Che trova nella sua verità la forza per centrare i cuori. E al secondo posto una perla italiana

La vita di Adele, la formazione all'amore (lesbico) secondo Abdellatif Kechiche

Adèle Exarchopoulos e Léa Seydoux sono un regalo per il cinema, a cui si danno visceralmente e con autenticità

Arrival, l’invasione degli Ultra-Alieni - La recensione

Astronavi ovoidali sospese nel vuoto che evocano Magritte, simboli esoterici, intrecci tra passato, presente futuro. È fantascienza evoluta e metafisica

Commenti