Cinema

10 film belli su cantanti realmente esistiti

Non solo "Bohemian Rhapsody" e Freddie Mercury. Ecco storie di musica e vita vera, ben raccontate

Film su cantanti

Simona Santoni

-

Nell'aria risuona il Festival di Sanremo. In attesa di vedere anche in tv Io sono mia, il biopic sulla grande cantante Mia Martini, e di scoprire come sarà Rocketman, il lungometraggio su Elton John, ripercorriamo alcuni film belli su cantanti realmente esistiti.

I film musicali finora hanno fatto fatica a decollare: spesso deludono i fan della celebrità ritratta, raramente riescono a catturare la verità del mito, per lo più non hanno grande riscontro al botteghino. Ma nel 2018 A star is born, con Lady Gaga nei panni di una cantante (d'immaginazione), e Bohemian Rhapsody sembrano aver invertito la tendenza raccogliendo applausi e lauti incassi.

Ecco 10 film belli biografici su cantanti.  

1) Bohemian Rhapsody (2018) di Bryan Singer 

Uscito a fine novembre 2018, Bohemian Rhapsody è il miglior incasso del 2018 in Italia e continua a essere presente nella top ten degli incassi settimanali. Al momento ha incassato 28.041.988 euro. In giro per il mondo: oltre 833 milioni di dollari. Il film ripercorre la vita di Freddie Mercury, interpretato da Rami Malek, dai primi abbocchi con Brian May (Gwilym Lee) e Roger Taylor (Ben Hardy) quando ancora suonavano nella band Smile, fino alla consacrazione dei Queen al concerto Live Aid del 1985.
Pur senza grandi guizzi di regia, il biopic dal forte spirito pop trova l'equilibrio tra ritmo, humour, sentimenti e hit che hanno fatto la storia del rock. 

2) Blaze (2018) di Ethan Hawke

Terzo film da regista dell'attore Ethan Hawke, racconta la vita di Blaze Foley (interpretato da Ben Dickey), oscuro e iconico cantautore country texano che è stato un riferimento per molti talenti come Merle Haggard e Willie Nelson, poco noto però al di fuori dei confini del Texas. 
Intrecciando tre piani temporali, il film, applaudito dalla critica americana, indaga la sua storia d’amore con la sua musa Sybil Rosen, la sua ultima e tragica notte (fu ucciso a quarant'anni con un colpo al petto dal figlio di un amico); l'influenza che le sue canzoni e la sua morte hanno esercitato su ammiratori, amici e nemici. 

3) Nico, 1988 (2017) di Susanna Nicchiarelli

Secondo noi il film italiano più bello del 2017. Vincitore della sezione Orizzonti della Mostra del cinema di Venezia, è il racconto degli ultimi anni di vita della "sacerdotessa delle tenebre", Christa Päffgen, in arte Nico, l'ex cantante dei Velvet Underground. Scontrosa, intrattabile, tossicomane, viene dipinta con sincerità viscerale e vibrante e sincero. La interpreta meravigliosamente l'attrice danese Trine Dyrholm (canta davvero lei!). 

Blaze

"Blaze" di Ethan Hawke – Credits: Torino Film Festival


4) Florence (2016) di Stephen Frears

Non canta solo chi ha una bella voce. Cantano anche gli stonati, e a volte capita che abbiano successo. È andata così a Florence Foster Jenkins, protagonista di una storia incredibile. Soprano statunitense dalla grande passione per la musica ma assolutamente priva di talento, nel primo Novecento divenne famosa proprio per la sua completa mancanza di doti canore. 
In Florence la interpreta, maltrattando le sue corde vocali e le nostre orecchie, Meryl Streep. Film gradevole seppur non indimenticabile, con Meryl come al solito meravigliosa, tenerissima e quasi commovente nella sua ostinata incoscienza.

5) Straight Outta Compton (2015) di F. Gary Gray

Film candidato all'Oscar per la sceneggiatura originale, racconta la storia dei N.W.A., celebre gruppo rap degli anni '80-'90 che, armato solo dei suoi testi e del suo talento grezzo e spavaldo, ha raccontato la vita del ghetto nella città di Compton sopraffatta dalla criminalità.
Usando rime brutalmente vere e ritmi hardcore, cinque ragazzi - Ice Cube (interpretato da O'Shea Jackson Jr.), Dr. Dre (Corey Hawkins), Eazy-E (Jason Mitchell), DJ Yella (Neil Brown, Jr.) e MC Ren (Aldis Hodge) - hanno trasformato la loro rabbia in musica. Una storia universale, ben diretta. 

6) La vie en rose (2007) di Olivier Dahan 

Due Oscar vinti, uno al trucco e uno alla performance di Marion Cotillard, quasi irriconoscibile nei panni del mito della canzone francese Édith Piaf, artista capace di incanalare nella sua voce le tragedie personali e le battaglie emotive. 
Un ritratto libero e non strettamente biografico, dalla giovinezza al successo, che si lascia guardare.

7) Control (2007) di Anton Corbijn

Nel suo film d'esordio, il regista olandese Anton Corbijn si fa subito notare alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes, incassando il consenso di pubblico e di critica.
Il film racconta in un bianco e nero evocativo la vita del leader dei Joy Division, Ian Curtis, morto suicida a 23 anni. Con una grande interpretazione, Sam Riley fan rivivere il cantante britannico alla vigilia del primo tour negli Stati Uniti. 

8) Quando l'amore brucia l'anima - Walk the Line (2005) di James Mangold

Film applaudito da critica e pubblico, racconta la storia di una leggenda del rock americano, Johnny Cash, e la sua turbolenta relazione con la cantautrice June Carter Cash. I due musicisti sono interpretati con coinvolgimento da Joaquin Phoenix e Reese Witherspoon, che si è meritata l'Oscar (il film aveva cinque nomination agli Academy Award). 
Con freschezza e sottigliezza emotiva sono ripercorse l'ascesa e l'inevitabile caduta del mitico "Man in Black".

9) Ray (2004) di Taylor Hackford

Il ritratto energico dei successi e delle paure di un grande musicista, Ray Charles, cantante e pianista non vedente che morì poco prima dell'uscita del film. Mentre conquistava il pubblico con il suo stile inconfondibile che incorporava influenze gospel, country e jazz, combatteva la segregazione nei club in cui suonava e sosteneva i giovani artisti neri. Lo interpreta con passione Jamie Foxx, che per questa performance vinse un Golden Globe e un Oscar.

10) La bamba (1987) Luis Valdez

"Para bailar La Bamba / Para bailar La Bamba / Se necessita una poca de gracia / Una poca de gracia...". Impossibile non conoscere La bamba, canzone folk messicana, una delle più note degli anni Cinquanta. A renderla famosa fu Ritchie Valens, cantante e chitarrista statunitense di origini messicane che morì a soli 18 anni in un incidente aereo il 3 febbraio 1959, battezzato "il giorno in cui morì la musica", perché sul velivolo c'erano - e morirono - anche i cantanti J. P. "The Big Bopper" Richardson e Buddy Holly.
Il film La bamba ricostruisce l'inquietudine e la passione musicale del giovane Valdez (interpretato da Lou Diamond Phillips) come anche le condizioni della comunità ispanica in America.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

10 biopic musicali da ricordare

Da Amadeus a Io non sono qui, film che ripercorrono la vita di geni anticonformisti e voci indimenticabili

I 10 documentari più belli di sempre

Al primo posto L'uomo con la macchina da presa del sovietico Dziga Vertov. E poi...

I 10 film horror più belli del 2016

Tra soprannaturale, zombie e richiami alla letteratura, il meglio di un genere che continua a raccontare il malessere sociale e le nevrosi collettive

Commenti