Cinema

Festival del Film di Roma, si torna all'anima "festaiola": tre gli italiani in concorso

La kermesse capitolina abolisce la giuria internazionale e si affida al voto del pubblico

"I milionari" di Alessandro Piva

Simona Santoni

-

Saranno tre gli italiani in gara nella sezione princiapale del Festival Internazionale del Film di Roma, alla sua nona edizione, in programma dal 16 al 25 ottobre all'Auditorium Parco della Musica sotto la direzione di Marco Muller.
Si tratta di Viaggio di Pasquale Scimeca, I milionari di Alessandro Piva e La foresta di ghiaccio di Claudio Noce. Nella categoria Cinema d'Oggi, tra gli altri, c'è anche Time out of mind di Orem Moverman con Richard Gere e Steve Buscemi. 

 

Il Festival cambia ancora e torna alla sua antica vocazione di festa. In questa direzione il segnale principale è l'abolizione della giuria internazionale per fare spazio a una giuria allargata composta dal solo pubblico. Per la precisione sono 5 le giurie distinte per le 5 sezioni del Festival che sono, oltre a Cinema d'Oggi (con lungometraggi di autori sia affermati che giovani), Gala (grandi pellicole popolari ma originali della nuova stagione), Mondo Genere (film appartenenti ai più diversi generi cinematografici), Prospettive Italia (le nuove linee di tendenza del cinema italiano) e quella autonoma e parallela Alice nella Città.

Nella sezione Gala, in concorso per l'Italia le commedie Andiamo a quel paese di Ficarra e Picone, Buoni a nulla di Gianni di Gregorio e Soap opera di Alessandro Genovesi, oltre alla proiezione dell'ultimo film di Marco Risi, Tre tocchi, e Giulio Cesare - compagni di scuola di Antonello Sarno. Attesa per L'amore bugiardo – Gone Girl di David Fincher con Ben Affleck. Saranno presentati anche la serie tv The knick di Steven Soderbergh (10 episodi da 60 minuti) e, in prima mondiale, As the gods will di Takashi Miike (il regista giapponese riceverà il Maverick Director).

Tra gli eventi la consegna del Marc'Aurelio Acting Award alla carriera a Tomas Milian, che sarà dato all'attore cubano nella serata di apertura da Sergio Castellitto. 

In tutto saranno proiettati 51 film: 24 prime mondiali, 6 prime internazionali e 11 prime europee. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I film più attesi dell'autunno 2014

Fra gli altri, arriveranno il capitolo finale della trilogia Lo Hobbit, il fantascientifico Interstellar di Christopher Nolan

Ksenija Rappoport, intervista alla battagliera protagonista di Noi 4

La stupenda attrice russa è la mamma agguerrita e apprensiva del sincero affresco famigliare di Francesco Bruni: "Non è stato facile interpretare una donna quasi romanesca". Sullo sfondo una Capitale pulsante, diversa da quella de La grande bellezza. "Sono felice che l'Italia abbia vinto l'Oscar"

Commenti