Café society
Cinema

Festival di Cannes 2016, i film più attesi

Dal nuovo dramma di Xavier Dolan con Marion Cotillard all'entusiasmante ritorno di Pedro Almodóvar

Woody Allen non perde l'abitudine e sarà lui ad aprire il Festival di Cannes, come già gli è capitato nel 2002 con Hollywood Ending e nel 2011 con Midnight in Paris. Quest'anno è la volta di Café Society, "una sorta di romanzo su una famiglia e sulle relazioni dei suoi membri", come l'ha definito il regista, con Jesse Eisenberg e Kristen Stewart.

Questa 69ª edizione è particolarmente blindata. Dal l'11 e il 22 maggio sono attese alla Croiesette 45mila persone, tra cui tante star, e il livello di allerta anti-terrorismo è alto. Ma noi vogliamo che sia solo il cinema a parlare. Entusiasmante, controverso, emozionante cinema. 

Tra i 21 lungometraggi in Concorso (senza italiani), i 18 sotto Un Certain Regard (tra cui l'italiano con Riccardo Scamarcio Pericle il nero), i 9 Fuori Concorso, le 8 proiezioni speciali, dell'ampio cartellone in programma, ecco i film che non vorremmo perdere.

 

1) Julieta di Pedro Almodóvar. Una storia tutta al femminile, com'è tipico del grande maestro spagnolo. La protagonista è una professoressa di 55 anni che scrive alla figlia (assente) tutto ciò che non le ha mai detto dal giorno della nascita.
Film in concorso.

2) Personal Shopper di Olivier Assayas. Con Sils Maria ci ha stregato. Ora il regista francese torna a Cannes, di nuovo con Kristen Stewart, con "una storia di fantasmi che ha luogo nel sottobosco della moda", come ha detto lui stesso. Il tutto con un tocco di fantasy.  
Film in concorso.

3) La fille inconnue di Jean-Pierre e Luc Dardenne. I due fratelli belgi, habitué della Croisette, seguono le vicende di Jenny, giovane medico, che si sente in colpa per non aver accolto una ragazza ritrovata morta poco tempo dopo.  
Film in concorso.

4) Juste la fin du monde di Xavier Dolan. Il giovane regista canadese è ormai una garanzia, bellissima, tormentata, luminosa. Si ispira all'opera teatrale omonima di Jean-Luc Lagarce per raccontare il ritorno di uno scrittore nel suo paese natale, per annunciare alla famiglia la sua morte imminente. Super cast: Vincent Cassel, Marion Cotillard, Léa Seydoux.
Film in concorso.

5) Paterson di Jim Jarmusch. Dal maestro del cinema indie americano, a Cannes per la decima volta, un dramma con Adam Driver. È lui Paterson, conducente di autobus dalla vita monotona. Nei suoi giorni abitudinari spia le conversazioni dei passeggeri, scrive brevi poesie, porta a spasso il cane, si prende una birra al bar. A fine giornata torna a casa dalla moglie che invece è piena di sogni e aspirazioni.  
Film in concorso.

6) I, Daniel Blake di Ken Loach. Per il regista che da sempre racconta le storie degli ultimi, un nuovo film che guarda alle persone umili. Un falegname cinquantenne si ammala e ha bisogno di aiuto dallo Stato. Sul suo cammino incrocia una madre single costretta anche lei a cercare sostegno dallo Stato.
Film in concorso.

7) Bacalaureat di Cristian Mungiu. Nel 2007 il regista rumeno vinse la Palma d'oro con 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni. Ora torna con la storia di un padre e di sua figlia. Il primo, oltre a invecchiare, deve far fronte all'evoluzione del rapporto con sua figlia. Un film sui compromessi e le implicazioni del ruolo di genitore.
Film in concorso.

8) The Handmaiden di Park Chan-Wook. Dal regista sudcoreano di Oldboy e Lady Vendetta, un thriller erotico con quattro personaggi: una nobile donna che ha appena ereditato una fortuna, un conte imbroglione che vuole truffarla, una giovane ladra e uno zio che funge da guardiano all'ereditiera. Basato sul romanzo Fingersmith di Sarah Waters.  
Film in concorso.

9) The last face di Sean Penn. Con Charlize Theron, Javier Bardem e Jean Reno, il film racconta l'inizio dell'amore in Liberia tra il direttore di una organizzazione internazionale di aiuti umanitari e un ostinato e impulsivo medico di prima assistenza. 
Film in concorso.

10) Elle di Paul Verhoeven. Dal regista olandese di RoboCop, Atto di forza e Basic Instinct, un thriller psicologico basato sul romanzo Oh... di Philippe Djian. Una businesswoman dal pugno di ferro viene violentata nella sua abitazione da uno sconosciuto. La sua vita cambia. Farà di tutto per trovare il suo aggressore. Protagonista Isabelle Huppert.
Film in concorso.

11) The Salesman di Asghar Farhadi. Dal regista iraniamo premio Oscar per Una separazione, un libero adattamento del dramma di Arthur Miller, Morte di un commesso viaggiatore. L'ambientazione è l'Iran.
Film in concorso.

12) Café Society di Woody Allen. Con Blake Lively, Kirsten Stewart, Jesse Eisenberg e Steve Carell. Nella New York degli anni '30 una famiglia ebrea vive tranquillamente finché uno dei suoi membri non decide di partire per Los Angeles per tentare la strada del successo nel mondo del cinema.
Fuori concorso.

13) Money monster - L'altra faccia del denaro di Jodie Foster. George Clooney e Julia Roberts raccontano una storia di disperazione e tensione: il conduttore di un programma televisivo che dà consigli finanziari da strapazzo viene preso in ostaggio in diretta tv.
Fuori concorso.

14) Il GGG - Il grande gigante gentile di Steven Spielberg. Al servizio della Disney, con l'attore fresco premio Oscar Mark Rylace de Il ponte delle spie e dal libro per ragazzi dello scrittore britannico Roald Dahl. La storia dell'amicizia tra una bambina e un Grande Gigante Gentile, molto diverso dagli altri abitanti del Paese dei Giganti visto che è vegetariano e non si nutre di esseri umani.
Fuori concorso.

15) L'ultima spiaggia di Thanos Anastopoulos e Davide Del Degan. Tragicommedia italiana sulla natura umana. Un anno trascorso in una spiaggia popolare a Trieste, dove un muro di tre metri separa ancora oggi gli uomini dalle donne. Una riflessione sui confini, le identità, le generazioni. 
Proiezioni speciali.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti