Simona Santoni

-

UPDATE: Paolo Villaggio è morto il 3 luglio del 2017. In questa giornata di lutto per il cinema italiano riproponiamo questo articolo pubblicato il 27 marzo del 2015 in occasione dei 40 anni del suo personaggio storico, il ragioner Ugo Fantozzi, che ha reso Villaggio un pezzo del patrimonio cinematografico italiano.

----------------------

Era il 27 marzo 1975 quando usciva al cinema Fantozzi, il primo dei dieci film sullo sfortunatissimo e abietto ragionier Ugo Fantozzi. Personaggio letterario e cinematografico irresistibile, ideato e interpretato da quell'amabile cinico di Paolo Villaggio, oggi compie 40 anni.

Rappresentante dell'uomo medio, anzi, mediocre, Fantozzi è l'archetipo dell'italiano anni '70, medio-borghese, impiegato dalla vita semplice, animato da fallimentari desideri di riscossa. 

Sono ormai patrimonio della comicità italiana immagini iconiche come il campetto disastrato dalla pioggia che ospita la tradizionale partita di calcio tra scapoli e ammogliati, la nuvola di pioggia che segue imperterrita Fantozzi, gli occhiali dalle lenti spessissime del propositivo ragionier Filini (interpretato da Gigi Reder), le avide brame amorose di Fantozzi verso la calcolatrice signorina Silvani (Anna Mazzamauro), la Bianchina su cui precipita nella notte Capodanno una lavatrice, la bruttezza spaventevole della figlia Mariangela (Plinio Fernando prima, Maria Cristina Maccà poi)...

Diretto due volte da Luciano Salce, sette da Neri Parenti e infine da Domenico Saverni in Fantozzi 2000 - La clonazione (1999), Fantozzi ci ha fatto ridere, tanto, ma anche provare compassione per le sue disavventure tragicomiche. Perché in fondo in Fantozzi c'è qualcosa di tutti noi

Alla povera Pina (interpretata agli inizi da Liù Bosisio quindi da Milena Vukotic), moglie bistrattata da cui sempre ritorna, Fantozzi ha rivelato il suo segreto in Fantozzi contro tutti (1980):

"Io, Pina, ho una caratteristica: loro non lo sanno, ma io sono indistruttibile, e sai perché? Perché sono il più grande 'perditore' di tutti i tempi".

Fantozzi, i video con le scene più divertenti
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

5 libri per ricordare Fantozzi

Dal genio comico di Paolo Villaggio nacque in forma di romanzo il ragioniere più famoso d’Italia. Il grande successo nel 1975, con il film di Luciano Salce

Intervista a Paolo Villaggio: "Sono un vero indifferente e un falso cinico. Ma monogamo"

Scontroso, vanitoso, perfido e inaffidabile, l'attore raccontava a Panorama se stesso, come mai aveva fatto, e gli amici: Gassman ("cannibale"), Tognazzi ("erotomane"), De André ("una carogna"). E diceva: il mondo è fatto di nullità che grazie a Fantozzi non si sono accorte di esserlo

Paolo Villaggio, buon compleanno a un genio chiamato Fantozzi

Il 30 dicembre il grande artista genovese compie 80 anni. Il suo personaggio più popolare, il ragioniere più sfortunato del mondo, ha cambiato la storia del cinema e del costume. Perché, in fondo, c'è qualcosa di lui in ognuno di noi

Commenti