Cinema

Dvd in edicola con Panorama, The Iron Lady

Meryl Streep si cala nei panni di Margaret Thatcher e vince il suo terzo Oscar. Un’ interpretazione intensa, dove la Signora di ferro, ormai ottantenne, ricorda la travolgente ascesa al numero 10 di Downing Street. Facendo di lei uno dei personaggi più potenti e controversi della politica moderna. Dal 9 agosto in edicola con Panorama

Meryl Streep nei panni di Margaret Thatcher, nel film The Iron Lady

Da una parte Margaret Thatcher, una delle icone della storia britannica ed europea, dall’altra a interpretarla e ripercorrere la sua brillante carriera Meryl Streep, una delle attrici più carismatiche di Hollywood. Da questa congiunzione di donne straordinarie nasce il film di Phyllida Lloyd The Iron Lady, ritratto intenso della Signora di ferro della politica degli anni 80 e 90, prossima anteprima in dvd in uscita con Panorama.

Margaret Thatcher (Streep), ormai ottantenne e affetta da demenza senile, trascorre le sue giornate a Chester square a Londra. L’ex primo ministro del Regno Unito, prima e a tutt’oggi unica donna ad avere rivestito tale ruolo, convoca la figlia Carol (Olivia Colman) per riporre gli abiti del marito Denis (Jim Broadbent), morto da tempo.

Questo evento risveglia in lei una cascata di ricordi, al punto che, mentre si accinge a dare inizio alla giornata, Denis le appare, vero come quando era in vita: amorevole e dispettoso. Lo staff di Margaret manifesta preoccupazione per l’apparente confusione tra passato e presente dell’ex premier.

L’apprensione aumenta quando, durante la cena che ha organizzato quella sera, Margaret intrattiene i suoi ospiti incantandoli come sempre, ma a un bel momento si distrae rievocando la cena durante la quale conobbe Denis sessant’anni prima. Tra lunghi flashback dei tempi andati e ritagli di quotidianità, la pellicola riporta alla luce la cavalcata verso il numero 10 di Downing street di uno dei personaggi più potenti e controversi della storia dell’Occidente.

Lloyd tesse una biografia dinamica e coinvolgente, toccando gli anni della giovinezza, quando Thatcher era ancora Margaret Roberts, figlia di droghiere, passando tra elezioni, sedute al parlamento, sciopero dei minatori, task force navali alle isole Falkland…Meryl Streep è una volta di più meravigliosa, credibilissima anche quando invecchiata, con il trucco addosso. Non a caso si è meritata l’Oscar come migliore attrice (il suo terzo) e il film ha vinto l’Oscar per il migliore make-up.

© Riproduzione Riservata

Commenti