Cinema

Dolor y Gloria, il nuovo film di Pedro Almodóvar: il trailer italiano

A maggio al cinema. Protagonista Antonio Banderas nei panni di un regista cinematografico sul viale del tramonto

Dolor y Gloria

Simona Santoni

-

Dopo tre anni di attesa, torna Pedro Almodóvar. Dolor y gloria, il suo nuovo film che segue Julieta del 2016, è uscito nelle sale spagnole il 22 marzo e a maggio arriverà al cinema in Italia.

Nel frattempo è appena stato lanciato il trailer italiano. Eccolo:

Alla guida del regista che ha raccontato amore, diversità e stravaganza con passione, tornano due attori a lui cari, Antonio Banderas (che ha debuttato proprio con Almodóvar nel 1982 con Labirinto di passioni e poi ha recitato in Matador, Donne sull'orlo di una crisi di nerviLégami!, La pelle che abito, Gli amanti passeggeri) e Penélope Cruz (che già ha lavorato con Almodóvar in Carne trémula, Tutto su mia madre, Volver - Tornare, Gli abbracci spezzati, Gli amanti passeggeri). E poi ci sono Asier Etxeandia,  Leonardo Sbaraglia, Nora Navas.

Dolor y Gloria racconta una serie di ricongiungimenti di Salvador Mallo (Banderas), un regista cinematografico oramai sul viale del tramonto. Alcuni sono fisici, altri ricordati: la sua infanzia negli anni ‘60 quando emigrò con i suoi genitori a Paterna, un comune situato nella provincia di  Valencia, in cerca di fortuna; il primo desiderio; il suo primo amore da adulto nella Madrid degli anni ‘80; il dolore della rottura di questo amore quando era ancora vivo e palpitante; la scrittura come unica terapia per dimenticare l'indimenticabile; la precoce scoperta del cinema ed il senso del vuoto, l'incommensurabile vuoto causato dall'impossibilità di continuare a girare film.

Dolor y Gloria parla della creazione artistica, della difficoltà di separarla dalla propria vita e dalle passioni che le danno significato e speranza. Nel recupero del suo passato, Salvador sente l'urgente necessità di narrarlo, e in quel bisogno, trova anche la sua salvezza.

È un film che parla di Almodóvar, certo, ma, come lui ha specificato, non è un film prettamente autobiografico.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Festival di Cannes e Netflix: lo "scontro" tra Almodovar e Will Smith

Secondo il regista spagnolo "sarebbe un paradosso una Palma d'oro a un film che non si vede in sala". L'attore invece difende le piattaforme web. Ecco cos'è successo

Julieta di Pedro Almodóvar, l'assenza che riempie e distrugge

Il regista spagnolo non tocca la gloriosa compiutezza del passato, ma intesse un racconto intimo e profondo, pervaso di struggente e poetica malinconia

Pedro Almodóvar porta a Cannes i tormenti di una madre

Il regista spagnolo torna a esplorare l'universo femminile, tra applausi e qualche mugugno. "Le mamme sono sempre state centrali nei miei film e mi hanno sempre rappresentato"

"Gli amanti passeggeri" di Pedro Almodóvar, pregi e difetti

Il regista spagnolo torna alla commedia pura. In un volo aereo in stallo sbocciano gli eccessi e le voglie di bizzarri personaggi...

Commenti