Cortometraggi dalla Rete: Nitro Warriors e la stop motion fatta in casa

Palestra anche per grandi registi, ci vuole talento a girare un buon corto. Eccone uno low cost e simpatico: macchinine giocattolo, un iPhone e sei mesi di lavoro per neanche tre minuti di filmato

Simona Santoni

-

Alcuni grandi registi hanno cominciato la loro carriera realizzando cortometraggi. Da David Lynch con il corto Six Figures Getting Sick (1966) a James Cameron con Xenogenesis (1978) fino a Tim Burton con Vincent (1982).

E non si creda che un corto sia molto più facile da costruire di un film vero e proprio solo perché è "corto". Così come il racconto nella letteratura, richiede invece la capacità di accalappiare l'interesse e stregare in pochi minuti, costruendo una trama che sappia dire molto in poche svolte.

A differenza dei lungometraggi però il corto ha il vantaggio di richiedere molti meno mezzi materiali e poter essere palestra low cost per creativi.

Dai tanti prodotti in Rete, ecco selezionato per oggi un corto simpatico, Nitro Warriors diretto da Paul Greer, una stop motion un po' casereccia ma pregevole, effettuata usando macchine giocattolo. Una Ford Mustang è inseguita dalla legge... finché non entra in scena una misteriosa Corvette nera della polizia. Girato usando un iPhone e l'applicazione Stop Motion Studio, dura meno di tre minuti eppure ha richiesto sei mesi di lavorazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti