Cinema

La Corte, Fabrice Luchini giudice a due cifre - Video

L'attore francese vinse la Coppa Volpi a Venezia per questo ruolo. Il film arriva al cinema il 17 marzo

Fabrice Luchini ne "La Corte"

Simona Santoni

-

All'ultima Mostra del cinema di Venezia La Corte (L'Hermine), film diretto e scritto dal francese Christian Vincent, aveva vinto il premio per la migliore sceneggiatura e la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile con il funambolico e irresistibile Fabrice Luchini. Commedia giudiziaria che ci porta dentro le maglie serrate di un processo e tra gli umori ombrosi ma sensibili del suo giudice, arriva nelle sale italiane il 17 marzo con Academy Two. Nel cast anche l'attrice danese Sidse Babett Knudsen.

Michel Racine (Luchini) è il temuto Presidente di una corte di assise. È molto severo con se stesso e con gli altri. È soprannominato il "giudice a due cifre", perché le sue condanne non sono mai inferiori a dieci anni. Ma ogni cosa viene sconvolta dalla comparsa di una donna, Ditte Lorensen–Coteret (Knudsen). Fa parte della giuria in un processo per omicidio. Sei anni prima, Racine si era innamorato di lei. Quasi in segreto. È lei l’unica donna che abbia mai amato.

In questo video in esclusiva un estratto del film La Corte:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Venezia 2015, i vincitori: Leone d'oro a Desde allá di Lorenzo Vigas - Foto

Leone d'argento a Pablo Trapero per "El Clan". Coppa Volpi per le migliori interpretazioni a Valeria Golino e Fabrice Luchini

Gemma Bovery, deliziosi Arterton e Luchini: 5 motivi per vedere il film

Tra seduzione e lento vorticare verso un destino ineluttabile, "Madame Bovary" non è mai stata così divertente

Commenti