Simona Santoni

-

"Uno dei più grandi attori britannici e un maestro del macabro". Così il sindaco di Londra Boris Johnson definisce su Twitter Christopher Lee, nel salutarlo tristemente. 

Proprio nella capitale inglese, al Chelsea and Westminster Hospital, a 93 anni è morto Christopher Lee, dopo una lunga stupenda carriera, dopo averci spaventato e sedotto coi suoi temibili denti aguzzi, indimenticabile Conte Dracula di una serie di film anni '60 e '70. I più giovani e gli amanti del fantasy lo ricorderanno invece come stregone Saruman il Bianco nelle trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit.
L'attore, nato il 27 maggio del 1922 a Londra, era stato ricoverato per problemi respiratori e una crisi da insufficienza cardiaca. È mancato domenica mattina ma solo ora la notizia è stata resa pubblica su desiderio della moglie, l'attrice danese Birgit Kroencke, che ha informato prima i membri della famiglia. Lee e Kroencke, sposati dal 17 marzo 1961, hanno una figlia, Christina Erika. 

Elegante e affascinante, autentica leggenda del cinema, Lee aveva mosso i primi passi nella settima arte nel 1947, con un ruolo in un film dalle atmosfere gotiche, Il mistero degli specchi di Terence Young. Solo negli anni '50 raggiunse la fama, diventando un autentico artista dell'horror e lavorando per la casa di produzione Hammer. Il primo film su questa rotta fu La maschera di Frankestein del 1956, dove interpreta la Creatura. Fu il primo di una schiera di ruoli da malvagio, tra cui svetta quello del vampiro per eccellenza. Dracula il vampiro del 1958 è la prima pellicola in cui fa rabbrividire come noto succhiasangue, diretto da Terence Fisher, con cui collaborò a lungo. 

Christopher Lee è stato anche indimenticabile villain di James Bond nei panni di Francisco Scaramanga in Agente 007 - L'uomo dalla pistola d'oro. Star Wars è l'altra saga cult a cui ha preso parte nel ruolo del conte Dooku, il cui nome Sith è Darth Tyranus, nella nuova trilogia.
Fino alla fine attivissimo, i film recenti in cui lo abbiamo visto sono Treno di notte per Lisbona (2013) e Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate (2014). Deve ancora uscire il suo ultimo lungometraggio, Angels in Notting Hill di Michael Pakleppa, storia di uomini e angeli...

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Bram Stoker, Dracula e il cinema a rendere omaggio

Il vampiro più famoso al mondo ha ispirato molti film rimasti, anche quelli, immortali

Dracula, i suoi volti diversi nel cinema

Dal Nosferatu dall'aspetto mortifero di Max Schreck al conte raffinato e malvagio di Bela Lugosi fino a quello di spaventosa malvagità di Gary Oldman

Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate, Peter Jackson: "Emozionato e triste"

Arriva l'ultimo film sul mondo di J.R.R. Tolkien. Si chiude un'era del cinema fantasy e della filmografia del regista neozelandese

Commenti