Bicycle Film Festival, a Firenze il cinema sale in sella

Quattro giorni di film dedicati alla bicicletta e a chi la ama

Immagine dal film "Riding the long white cloud" di Alex Craig (BFF)

Simona Santoni

-

L'anno scorso aveva fatto tappa a Milano. Oggi invece il Bicycle Film Festival prende il via a Firenze. La costante è sempre quella: le due ruote più ecologiche si sposano con il cinema per quattro giorni di corti e mediometraggi dedicati alla bicicletta. Con spettatori che arrivano in loco ovviamente pedalando. 

Ideata e diretta dal newyorchese Brendt Barbur e prodotta in Italia da Ciclica, la rassegna internazionale che celebra la bicicletta in tutte le sue forme sbarca lungo l'Arno per la prima volta, dal 26 al 29 settembre.

Trasformato in un cinema per l'occasione, lo Spazio Alcatraz della Leopolda ospiterà 53 film provenienti da tutto il mondo, suddivisi in sette programmi tematici. Documentari su sottoculture urbane, report di grandi e piccoli eventi, animazione, clip musicali, video arte: scorci su una rivoluzione culturale su due ruote e sulle storie di chi la anima.  

Inaugura il BFF, alle ore 21, una selezione di corti incentrati sulla cultura newyorchese dello urban cycling (qui il programma completo delle proiezioni).

© Riproduzione Riservata

Commenti