Simona Santoni

-

Anna Karina, uno dei volti simboli della Nouvelle Vague, è protagonista del Bergamo Film Meeting.
La 34ª edizione del festival, che si svolge dal 5 al 13 marzo, dedica un omaggio all'attrice danese che ha sempre lavorato in Francia, con Jean-Luc Godard (che è stato anche suo marito), Roger Vadim, Agnès Varda e Jacques Rivette, ma anche con gli italiani Luchino Visconti e Franco Brusati. Icona di donna libera, fuori dagli schemi, inquieta e sognatrice, oggi settantacinquenne, sarà presente a Bergamo, che proietterà 12 suoi film. 

Ma il programma del Bergamo Film Meeting prevede tante altre proiezioni, oltre 140 film, tra corti e lungometraggi: retrospettive e restauri di grandi classici fanno da contrappunto ai film dei nuovi autori, che trovano spazio nella Mostra Concorso e nelle sezioni dedicate ai documentari, all'animazione, alle anteprime. 

Ci saranno ospiti, incontri, eventi speciali, mostre, workshop, masterclass, laboratori e percorsi di visione per le scuole e i giovanissimi e iniziative che esplorano le contaminazioni del cinema con l'arte, la letteratura, la musica e i fumetti.  

Qui il programma delle proiezioni (in pdf).


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

È morto Jacques Rivette, regista della Nouvelle Vague - Foto

Aveva 87 anni. Amico di Godard, Truffaut, Rohmer, trai suoi film "L'amour fou" e "Out 1", lungo oltre 12 ore

Alain Delon, bello e irrequieto: 80 anni per il divo francese - Foto

Ha dominato il cinema europeo per decenni. Oggi vive il passare del tempo con fatica e ha lottato più volte coi demoni della depressione

Nino Manfredi, 10 anni senza: 5 film per ricordarlo

Popolano e in fondo schivo, fieramente ciociaro, l'attore ci ha lasciato tante interpretazioni memorabili. Dove la sua mimica valeva più di mille copioni

Commenti