Simona Santoni

-

Il mondo magico di Harry Potter è tornato. Anzi, a riempire gli occhi di invenzioni variopinte e minacce oscure nella New York a tinte seppia del 1926 è il mondo magico prima di Harry Potter. Animali fantastici e dove trovarli è il primo di cinque prequel che, pur seguendo gli otto film sul maghetto di Hogwarts, ci porta ad ambientazioni e tempi precedenti. Avventura fantasy divertente, vivace e appassionante diretta da David Yates, il regista degli ultimi quattro episodi del franchise, rispetto ai suoi predecessori sembra rivolgersi a un pubblico più adulto, o forse a un pubblico ormai divenuto adulto, cresciuto con Harry Potter.

Dal 17 novembre al cinema, ecco 5 cose da sapere su Animali fantastici e dove trovarli:

 

1) Lo si può gustare anche senza aver visto Harry Potter

Se non avete già visto le pellicole su Harry Potter, non pensate di dover fare una full immersion per recuperarle prima di vedere Animali fantastici e dove trovarli o che non abbia senso vedere questo nuovo capitolo. Il film può essere gustato lo stesso. Anzi, forse si rimarrà ancor più esterrefatti e stregati da questo immaginifico così stratificato, ricco e multiforme. "Non bisogna aver visto Harry Potter per apprezzarlo, non è basato su quello, racconta ciò che è accaduto prima", ha rassicurato la stessa J.K. Rowling a New York, alla prima mondiale del film. "È una storia a sé anche se naturalmente ci sono delle connessioni con quel mondo". 
La scrittrice della saga di Harry Potter fa il suo debutto alla sceneggiatura, scrivendo un'avventura completamente nuova e non tratta da un romanzo, di cui pui per la prima volta i fan del maghetto non conoscono già la trama. È però ispirata al libro di testo usato nella scuola di Hogwarts, Animali fantastici e dove trovarli, scritto dal personaggio Newt Scamander. 

2) Redmayne magizoologo simpaticamente magnetico

A interpretare Newt Scamander, il "magizoologo" britannico dall'aria trasognata e gentile che sbarca nella New York anni Venti, è Eddie Redmayne, l'attore premio Oscar per La teoria del tutto. Con un sorriso spesso sussurrato su un viso quasi sorpreso, ha un'andatura che ricorda Chaplin e piedi a papera. Trasuda simpatia immediata. La sua natura del tutto naïf ma consapevole lo rende magnetico. Quando c'è lui in scena, l'attenzione è rapita.
Newt Scamander è in città con una valigia magica piena di animali stranissimi e stupefacenti. Ha girato il mondo alla ricerca di creature da catturare e salvare. Il caso lo fa unire a Jacob Kowalski (Dan Fogler), goffo e bonario "babbano" (in America denominati "No-Mag"). Sulle sue tracce c'è Tina (Katherine Waterston), che vuole riconquistare i favori della segretissima comunità dei Macusa (Magico Congresso degli Stati Uniti d'America), diretta da Madame Seraphina Picquery (Carmen Ejogo) e dall'ambiguo Percival Graves (Colin Farrell), che riserverà una grande sorpresa finale.
Scamander, insieme a Jacob, Tina e alla provocante sorella "legilimens" (capace di leggere la mente) Queenie (Alison Sudol), formerà un buffo e amabile quartetto alla difesa degli animali fantastici. 

3) Da Snaso a Velenottero: che bello zoo

L'immaginazione della Rowling sembra inesauribile. Il variegato drappello di animali fantastici messi in scena è entusiasmante, grazie a effetti visivi all'altezza (nonostante il 3D). Il più spassoso è senz'altro lo Snaso, incrocio tra talpa e ornitorinco, amante di ogni oggetto che luccica che infila con celerità nel suo piccolo marsupio con capacità da caveau. Ma cosa dire del piccolo Asticello di nome Pickett che Newt porta sempre con sé nascosto nel taschino? Irresistibile. E poi ci sono il Tuono Alato, una creatura regale, oggetto di traffici illeciti, che quando sbatte le sue ali multiple crea delle tempeste; il Velenottero, con il corpo di un rettile e le ali multicolori di una grande farfalla capace di succhiare il cervello dalla testa altrui; il Demiguise, un primate di medie dimensioni dal pelo argenteo con grandi occhi tristi; l'Occamy, una creatura serpentina bipede, con delle ali piumate che gli conferiscono l'aspetto di un drago alato, le cui uova hanno il guscio d'argento puro...
"Non credo sia un sogno", dice Jacob, sorpreso dal mondo magico che sta scoprendo. "Non ho la capacità di immaginarlo".

4) Risvolti dark e divertimento

Animali fantastici e dove trovarli è intrattenimento colorato e allegro, ma anche atmosfere dark e risvolti nerissimi. Sui due mondi, quello magico e quello degli umani, incombono plurimi pericoli: la fuga di Grindelwald, mago potente e anarchico che ha scatenato il caos in Europa, e una misteriosa e tenebrosa forza distruttrice che si aggira per la città, rischiando di far uscire allo scoperto la comunità dei maghi.
L'equilibrio tra divertimento e oscurità è affascinante.

5) La diversità costretta alla clandestinità

I maghi vivono nella clandestinità, nascondendo bacchette e poteri alla comunità non magica. Temono una nuova caccia alle streghe. Intanto risuonano i comizi dei Secondi Salemiani, una fazione di fondamentalisti intenti allo sradicamento dei maghi.
Animali fantastici e dove trovarli risuona di temi contemporanei: la paura della diversità e delle cose che non capiamo, che porta a reazioni bigotte, a fanatismo e odio. Innalzare muri, dividere, nascondersi: c'è sentore di echi pre-trumpiani. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Animali fantastici e dove trovarli, le recensioni internazionali

"Una storia sofisticata e sorprendentemente dark". Il nuovo film sul mondo di Harry Potter piace alla critica

Animali fantastici e dove trovarli, Eddie Redmayne nel mondo di J.K. Rowling - Teaser trailer

La scrittrice di Harry Potter debutta alla sceneggiatura. Il film arriverà al cinema il 17 novembre

Commenti