Simona Santoni

-

Ha due cicatrici, una schiena istoriata di tatuaggi, una carriera invidiabile, una grande famiglia con uno degli uomini più desiderati al mondo e il fascino delle grandi dive di Hollywood. Angelina Jolie compie oggi 40 anni, anche se è da quando era una ragazzina che è nello showbusiness e ne conosce gli inganni e il potere.
Combinazione di bellezza, intelligenza e talento, gestisce apparentemente senza sforzo i molteplici ruoli di madre, moglie, attivista, attrice, regista, sceneggiatrice, produttrice, filantropa. E sembra far tutto con grande interesse e passione. 

Nata il 4 giugno 1975 a Los Angeles, figlia dell'attore Jon Voight (premio Oscar per Tornando a casa) e dell'attrice Marcheline Bertrand, già a 7 anni debuttava sul grande schermo in Cercando di uscire accanto al padre, con cui ha sempre avuto rapporti difficili.

Angelina (che ha adottato il nomignolo impartitole dalla madre come unico cognome riconosciuto) sfrutta la sua bellezza in fiore per una carriera promettente come modella e ragazza-copertina tra l'America e l'Europa. Nel 1996 cerca fortuna in Italia, con un provino per Jolly Blu, film di Stefano Salvati che l'aveva già diretta nel videoclip di Antonello Venditti Alta marea, ma le fu preferita Alessia Merz.
L'approccio al cinema è graduale e, all'inizio, non memorabile. Ferita dalle accuse del padre che in un'intervista la definì "psicologicamente instabile", complessata fino al punto di praticare l'autolesionismo con ferite da coltello, la ragazza ottiene il primo successo autentico con la commedia romantica Scherzi del cuore (1998) e il thriller Il collezionista di ossa (1999) dove interpreta la parte dell'agente di polizia Amelia Donaghy al fianco di Denzel Washington.

La cura del fisico, l'esercizio dei muscoli, la fobia per le malattie divengono in quel periodo un'ossessione costante che la porterà a sottoporsi a trattamenti di chirurgia estetica e sfiancanti allenamenti nelle arti marziali. La ricompensa viene nel 2001 con il successo planetario di Lara Croft - Tomb Raider in cui incarna l'eroina di un celebre videogioco e conquista le platee mondiali, all'indomani dell'0scar come migliore attrice non protagonista per Ragazze interrotte.

Da allora ha alternato spettacolari blockbuster (Fuori in 60 secondi, il sequel di Lara CroftMr. and Mrs. Simith, Kung Fu Panda in cui dà voce a Tigre, The Tourist con Johnny Depp) e ambiziose incursioni nel cinema impegnato che però di rado le hanno dato lustro ad eccezione di The Good Shepherd di Robert De Niro e Changeling diretto da Clint Eastwood.  

La sua popolarità si deve soprattutto alla personalità, alla turbolenta vita privata, all'impegno umanitario che le varrà un Oscar d'onore nel 2014 come ambasciatrice dell'Unicef nel mondo. Oggi è onsiderata una delle 100 donne più potenti d'America, nel 2009 è entrata nel Guinness dei primati per la sua fortuna personale e nel 2013 ha dichiarato un reddito di 33 milioni di dollari.  

Dopo due matrimoni precocemente falliti, nel 2005 ha incontrato sul set l'uomo della sua vita, Brad Pitt, di dieci anni più vecchio, con cui ha avuto tre bambini (due gemelli) e altrettanti ne ha adottati. La sua attività umanitaria risale ai tempi di Lara Croft quando sul set cambogiano del film ha toccato con mano la disperazione della povertà e i disagi dei bambini: uno shock profondo che l'ha portata nei teatri dio guerra e della fame, con una partecipazione pubblica crescente.    
Da sempre in adorazione per suo fratello (scandalizzò la platea dell'Oscar dichiarando il suo amore profondo per James di cui si è fatto tatuare le iniziali sul braccio, vicino agli altri 12 tatuaggi che riempiono il suo corpo), Angelia Jolie non ha mai fatto nulla per passare inosservata: si è sempre dichiarata bisex, ha voluto sposarsi in Francia perché era una nazione che riconosceva le nozze gay, ha comprato al marito Brad un'isola a forma di cuore al largo di New York e una tenuta in Valpolicella dove dichiara di sentirsi ogni volta "profondamente italiana".  

Da qualche anno è anche produttrice e regista, scegliendo storie e tematiche ben lontane dal luccicante sistema del successo, come Nella terra del sangue e del miele (girato nei teatri di guerra dell'ex Jugoslavia), il documentario A Place in Time filmato in Etiopia, il recente Unbroken sull'eroe di guerra e di sport Luis "Louie" Zamperini. Presto la vedremo accanto al suo Brad in By the Sea, da lei prodotto e diretto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Maleficent: Angelina Jolie è sublime, ma... Pregi e difetti del film

L'attrice è statuaria e terribilmente affascinante. Ma tra atmosfere dark e messaggi interessanti, la sceneggiatura stride

Per paura del cancro Angelina Jolie si fa asportare anche le ovaie

Unbroken, ecco com'è nato il film di Angelina Jolie - Video

Dedicato a Louis Zamperini, ci sono voluti oltre cinquant'anni prima che arrivasse sul grande schermo

Commenti