È morto Alain Resnais, rivoluzionario del cinema francese - Foto

Si è spento a 91 anni il regista di Hiroshima mon amour. Lo ricordiamo in immagini

Simona Santoni

-
 

Il regista francese Alain Resnais è morto ieri sera a Parigi all'età di 91 anni. Come ha dichiarato alla France Presse il suo produttore Jean-Louis Livi, Resnais è deceduto "con attorno a sé la sua famiglia".

Instancabile rivoluzionario della settima arte, ha ispirato la Nouvelle Vague, pur non aderendovi mai ufficialmente. Poche settimane fa era stato premiato al 64° Festival di Berlino con l'Orso d'argento per Aimer, boire et chanter, "film che apre nuove prospettive al cinema". Lui non c'era in terra tedesca, era rimasto a casa, ma non mancava la sua compagna Sabine Azéma, attrice che con i colleghi Pierre Arditi, André Dussolier e Fanny Ardant era il cast ricorrente delle opere del maestro.

 

Resnais lascia dietro di sé una produzione proteiforme ed emozionante, dal romantico e orientale Hiroshima mon amour, in cui fu innovativo nell'uso dei contrari e dei flashback, a La vita è un romanzo, in cui ha unito una stupenda Geraldine Chaplin e un delizioso Vittorio Gassman. 

Con L'anno scorso a Marienbad, in cui si distinse per originalità di montaggio e fotografia, nel 1961 vinse il Leone d'oro alla Mostra del cinema di Venezia, con Cuori (2006), commedia sulla solitudine, vinse un Leone d'argento alla regia.

In uno dei suoi ultimi lavori, Vous n'avez encore rien vu (2012), aveva fatto una critica divertita agli attori e al teatro, offrendo allo stesso tempo una riflessione sulla morte. 

 

Ricordiamo Alain Resnais in foto.

© Riproduzione Riservata

Commenti