ARTICOLI FREEMIUM

Ces 2020, le tre novità più interessanti sono di Sony, Samsung e Lenovo

I coreani mostrano la tv che ruota da orizzontale a verticale, i cinesi colpiscono con il primo laptop 5G, mente i giapponesi sorprendono con l'auto elettrica (che non arriverà sul mercato)

Gennaio è tempo di Consumer Electronics Show, meglio noto come CES, la fiera dell’elettronica di consumo più importante dell’anno, anche e soprattutto perché negli immensi spazi del Convention Center di Las Vegas vengono presentate le tecnologie più innovative e i prodotti che arriveranno poi sugli scaffali (fisici e digitali) nel corso dell’anno. Dalla prima edizione del 1967 andata in scena a New York, l'appuntamento statunitense è cresicuto a dismisura contraddistinguendosi per essere il centro di gravità di un settore in costante ascesa, che ormai da qualche anno va ben oltre il comparto tecnologico in senso stretto, poiché abbraccia tutti i suoi campi di applicazione, a cominciare dall’industria automobilistica, sempre più presente in Nevada per sfoggiare i progressi che spaziano tra guida autonoma, intrattenimento a bordo macchina e sistemi di sicurezza. Non a caso, la novità più sorprendente, almeno finora, arriva proprio dal matrimonio tra auto e tecnologia, ed è firmata da Sony.

Vision-S, l’auto elettrica secondo Sony    

Tra l’attesa per la nuova PlayStation 5, che arriverà entro le prossime festività natalizie, e le nuove tecnologie sui tv 8K che offrono immagini mozzafiato, Sony cala l’asso alla fine della presentazione svelando Vision-S, l’auto elettrica che concentra il meglio delle tecnologie messe a punto nei laboratori della casa giapponese. Come i 33 sensori a bordo in grado di riconoscere e rilevare persone e oggetti all’interno e all’esterno del veicolo, grazie al sistema Safety Cocoon Concept, che scansiona a 360 gradi quanto avviene in un determinato raggio d’azione dell’auto, sia dentro, sia fuori. Una soluzione, quindi, che nasce per accompagnare e migliorare la sicurezza dei mezzi a guida autonoma. Al centro della visione Sony, poi, c’è ovviamente l’infotainment, cioè l’insieme di informazioni e contenuti per l’intrattenimento garantiti dai sistemi audio made in Japan: tutto passa dal grande display posizionato al centro del cruscotto e dall’azione dell’intelligenza artificiale che fornisce notizie in tempo reale sullo stato dell’auto. Che conta su un doppio motore da 200 KW, velocità massima di 240 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 in 4,8 secondi. Specifiche ottime di un veicolo per ora solo teorico, perché l’obiettivo di Sony non è produrre una macchina, bensì dimostrare di poter aiutare i protagonisti dell’industria automobilistica con le sue tecnologie per realizzare la prossima generazione di mezzi elettrici.

The Sero, la social tv di Samsung è realtà

La fruizione di alcuni social network, in particolare specifiche funzioni molto popolari come le storie su Instagram, hanno diffuso l’utilizzo di smartphone e tablet in verticale per visualizzare i contenuti, oltre alla classica modalità orizzontale, ed era solo una questione di tempo che il cambiamento arrivasse a toccare anche i tv. A puntarci per prima è stata Samsung, che a Las Vegas ha mostrato The Sero (termine che in coreano significa, appunto, verticale), il tv che ruota a seconda del tipo d’uso, uniformandosi così alla visualizzazione dei contenuti via dispositivi mobili. Pensato per i più giovani, dai Millennials alla Generazione Z (quindi coloro che hanno vissuto la rivoluzione web e, nel secondo caso, coloro che sono nati nell’era di web e social media) che scorrono centinaia di volte i propri profili social, The Sero arriva dopo The Frame (la Tv che si fa quadro arricchendo l’arredamento casalingo) cancellando gli spessi bordi neri che penalizzavano la visione delle clip sui pannelli tv. Già disponibile in Corea del Sud dall’anno scorso, la novità è che Siro arriverà in altri paesi a partire dal primo quadrimestre dell’anno in corso.      

Lenovo sfoggia il primo laptop 5G

Come sempre, le presentazioni di Lenovo durante i principali appuntamenti dell’anno sono ricca di nuovi prodotti. E anche stavolta le innovazioni non mancano, perché insieme al ThinkPad X1 Fold, definito dall’azienda come il primo PC pieghevole al mondo, è arrivato Yoga 5G, il primo laptop dotato di connessione alle reti di quinta generazione. Si tratta del 2-in-1 mostrato come concept all’ultimo Computex a Taipei, con display di 14 pollici, basato su processori e piattaforma Qualcomm Snapdragon, conta su videocamera a infrarossi e lettori per le impronte digitali, altoparlanti stereo Dolby Atmos, sistema operativo Windows 10 ma soprattutto una velocità di connessione fino a dieci volte maggiore dei dispositivi 4G, da sfruttare per l’intera giornata, poiché l’autonomia dichiarata è pari a 24 ore. Un modo, quindi, per giocare in mobilità così come a casa, senza dipendere però da una rete Wi-Fi. Disponibile dalla primavera sul mercato americano, Yoga 5G costerà 1.499 dollari.    

Samsung
The Sero, la tv che ruota e consente la visione in orizzontale e in verticale
Ti potrebbe piacere anche

I più letti