_Presidente Fillipo Callipo in azienda
Food

Callipo, il re del tonno che investe sul sociale e sul welfare

Produce in Calabria conserve ittiche, esporta l'11 per cento e si è buttato nel mercato dei gelati. Intanto si impegna in programmi sociali e sportivi

Anche in una regione difficile come la Calabria si può gestire un’azienda in modo moderno, con soluzioni di welfare addirittura all’avanguardia rispetto agli standard nazionali. Lo possono testimoniare le dipendenti della Giacinto Callipo Conserve Alimentari Spa, che godono di una convenzione con uno specialista in radio-diagnostica e senologia per poter sostenere, con costi a carico dell’azienda, una visita senologica e i relativi esami ecografici e mammografici. Non solo: quest’anno tutti i dipendenti hanno ricevuto un premio di produzione di 600 euro per l’esercizio 2015. E sempre la Callipo è impegnata in vari programmi di responsabilità sociale, daTelethon al Centro di recupero tartarughe marine di Brancaleone (Reggio Calabria).

Merito di Filippo Callipo (foto), cavaliere del lavoro, che guida il gruppo e che rappresenta la quarta generazione della famiglia fondatrice dell’azienda nata nel 1913 a Pizzo Calabro (Vibo Valentia). La Callipo ora è un gruppo formato da 6 società con 350 dipendenti e oltre 54 milioni di fatturato. Il business principale è quello delle conserve ittiche e in particolare del tonno in scatola, dove l’azienda è presente da oltre 100 anni. Ancora oggi la Callipo è una delle poche aziende, tra quelle distribuite a livello nazionale, ad effettuare la lavorazione del pesce, in tutte le sue fasi, esclusivamente in Italia nel proprio stabilimento di Maierato. L’impresa esporta l’11 per cento della produzione e i i principali mercati sono Canada, Stati Uniti, Australia, Lituania, Gran Bretagna, Svizzera, Libia, Austria, Germania, Israele. La famiglia sta comunque cercando di far aumentare questa quota, punato in particokare sul mercato americano.

Alle attività legate al mare si sono aggiunte poi un’azienda che produce gelati, la Callipo Gelateria (con l’obiettivo di far conoscere in Italia e nel mondo la tradizione gelatiera di Pizzo Calabro ora esporta oltre il 48 per cento del fatturato); Popilia, che opera nel settore del turismo e dell’agricoltura attraverso il restort Popilia Country; Callipo Sport, società sportiva dilettantistica di volley maschile che nella stagione 2015-2016 partecipa al campionato di A2; e infine Callipo Turismo, società che ha come oggetto sociale l’attività turistica.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti