Una mela unica e inimitabile

Speciale non solo per il suo sapore, ma anche per il progetto da cui nasce: da un’associazione di produttori e distributori, che punta a coltivare questo frutto unico nel rispetto dell’uomo, della terra e del tempo.

articolo-1 pink lady
Sponsorizzato da

Se Adamo ed Eva avessero potuto scegliere, avrebbero sicuramente preferito mordere una Pink Lady® per dire addio al Paradiso: quale altra mela potrebbe rendere così piacevole una cacciata divina? Solo una mela unica che sa far vibrare le papille gustative e deliziare il palato.

È il 1973 quando John Cripps, un orticultore nato in Gran Bretagna, ma emigrato in Australia, crea una nuova variante di mela incrociando una Golden Delicious e una Lady Williams. Lucente, dal colore particolare, profumata e con qualità organolettiche uniche, viene chiamata da Cripps “Pink Lady” in omaggio al suo romanzo preferito, The Cruel Sea di Nicholas Monsarrat, nel quale il protagonista sorseggia un cocktail con questo nome.

È un successo. A metà degli anni Novanta del secolo scorso Pink Lady® sbarca in Europa grazie all’impegno di un gruppo di produttori innamorati di questa mela e decisi a creare una filiera innovativa, caratterizzata dai valori del rispetto del lavoro dell’uomo, della terra e del tempo, e atipica in un mondo di coltivazioni standardizzate e meccanizzate.

Tutti i protagonisti della filiera – vivaisti, produttori, distributori autorizzati – nel 1997 si uniscono in un’associazione senza fini di lucro, l’Association Pink Lady Europe, e insieme redigono regole comuni per il controllo della qualità della produzione e la definizione di condizioni commerciali redditizie per tutti. Un modello economico sostenibile e dal volto umano, quindi, nel quale l’interesse generale prevale su quello dei singoli.

In 18 anni i produttori sono diventati 2.800, e la rete si è estesa a 12 vivaisti e 14 distributori autorizzati, che, grazie a un modello di produzione e distribuzione rispettoso dei valori del lavoro, del delicato equilibrio ambientale e della qualità del prodotto, stanno costruendo un brand sempre più solido e diffondendo il piacere di gustare una mela davvero unica: buona, bellissima, sostenibile e scrupolosamente selezionata per guadagnarsi l’inconfondibile bollino col cuore.  

Per scoprire tutto sulle mele Pink Lady® e perché sono così speciali, visita il sito http://www.mela-pinklady.com.

I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Pink Lady
© Riproduzione Riservata