Mi son perso fra le stelle...ed è stato bellissimo

Pensavo di conoscere i planetari, ma accidenti se mi sbagliavo!

Planetario Malta

Andrea Polo

-

Come vi ho già cominciato a raccontare qualche giorno fa, recentemente sono stato a Malta con Marco per una gara internazionale di karate (abbiate ancora un po' di pazienza, non manca molto a che vi dica come è andata) e mentre lui assisteva alle gare dei suoi compagni di squadra, io ho approfittato di alcune ore libere per girellare fra le tante cose belle dell'isola che ci ospitava.

La prima tappa è stata il museo Esplora che al suo interno, ho scoperto una volta arrivato, ha anche un altro piccolo gioiello: il Planetario.

Ammetto di non essere mai stato un grande fan di questo genere di attrazioni che, peraltro, male si sposano con il mio torcicollo cronico, ma qualche giorno prima di partire Giovanni mi ha fatto una domanda cui non sapevo davvero rispondere: come fanno gli astronauti a fare la pipì nello spazio, dove tutto vola?

Marco e Giovanni, in effetti, amano molto i racconti sullo spazio e, un po' per merito di Ian Solo, Obi Wan Kenobi, Yoda e compagnia e un po' per l'eco mediatica che hanno vissuto essendo coevi alle missioni di Samantha Cristoforetti, quello è un mondo che li affascina.

Più per poter raccontare qualcosa a loro al mio rientro che per mio reale interesse, ho scelto quindi di entrare anche al planetario di Malta. E lì ho scoperto un mondo, ed ho anche scoperto che io, dei planetari, non avevo mai capito un accidente.

Nella prima sala ho cominciato subito a respirare qualcosa di diverso; in quel planetario, così come nel resto del museo, non si è spettatori, ma attori. Mi sono trovato a vivere un'eperienza spaziale, provando in prima persona cose di cui avevo solo sentito parlare.

Ero convinto, ad esempio, che fosse semplicissimo avvitare un bullone, ma lì ho scoperto che se si è in assenza di gravità...beh, non è esattamente così. Come faccio a saperlo? Nel planetario di Malta potrete scoprirlo anche voi; avrete a disposizione dei bulloni enormi, dei buchi giganteschi dove infilarli e...due pinze che renderanno i movimenti delle vostre mani uguali a quelli di un astronauta in orbita. Ora provateci voi a infilare i bulloni, io non ci sono riuscito.

Reduce dall'esperienza di mancato avvitamento, sono entrato nella modernissima e bellissima area dedicata ai film e ai video. Un auditorium circolare con un soffito convesso che, a luci spente, ti porta in un mondo fantastico, dove voli sulle ali dell'araba fenice, col tappeto di Aladino e, nel giro di pochi minuti, ti trovi pilota di un aereo militare. Se non è volo vero, vi assicuro, vi sentirete comunque come Icaro, con la sola piacevole differenza che non finirete con lo schiantarvi in terra dopo che vi si saranno sciolte le ali.

Mentre continuavo a vagare per le sale, mi sono imbattuto in due mini navicelle o, meglio, in due installazioni che ne riproducevano l'ingresso. Ovviamente sono entrato (miei figli non mi avrebbero mai fatto tornare a casa se non lo avessi fatto!) e a quel punto mi sono trovato davanti ad uno schermo dove potevo scegliere di scoprire come fanno gli astronauti a mangiare, ad allenarsi, o semplicemente a non annoiarsi durante le loro lunghissime missioni e, sì, anche ad andare in bagno.

Tutto questo, però, non era spiegato con lunghi e noiosi testi, o con disegni da bambini; erano gli astronauti a raccontarlo con dei filmati girati proprio nelle navicelle. E sapete chi mi ha spiegato come fanno ad usare la toilette? Una ragazza...stellare

1580846

Scusate davvero, Samantha mi ha fatto promettere di non svelarvi io il segreto, se volete saperlo...andatela a trovare al planetario di Malta; seconda navicella a destra.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Con miei figli a guardar le stelle, e respirare gioia

Tre giorni in cui perdersi nei boschi non ci ha fatto paura, ma ci ha reso felici.

Sul vulcano con miei figli

Il piacere di una vacanza quasi improvvisa e del fare qualcosa assieme per la prima volta

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965