Quando politica e riqualificazione urbana passano dai bambini

A Milano, il 22 novembre, un evento da non perdere

young tourist getting around the city

– Credits: child tourist in Milan

Andrea Polo

-

Che vuoi ne capiscano i bambini di politica o riqualificazione urbana? Molto, anzi, un sacchissimo come direbbero loro.

Anche se troppo spesso i grandi se ne dimenticano, le città in cui viviamo, in cui facciamo nascere e crescere i nostri figli, sono più conosciute da loro che da noi.

I nostri bambini girano per strada a piedi molto più di quello che facciamo noi, guardano quello che li circonda con occhi puri e, con quegli stessi occhi, cercano ciò che in quella città manca, ma loro vorrebbero.

Partire dai bambini per qualificare o riqualificare le aree urbane che loro vivono e che, in futuro, vivranno i bimbi di domani è la base di un bellissimo progetto dal titolo "Idee bambine pensieri bambini" , creato da Spaziopensiero e Fondazione Cariplo, di cui si parlerà a Milano il 22 novembre alle 11.30 presso il Padiglione Visconti in via Tortona 58, nell’ambito dell’iniziativa “Milano partecipa”, evento straordinario che, per tre giorni, porterà nel capoluogo lombardo tantissimi nomi di rilievo che discuteranno e si interrogheranno sul come si possa veramente diventare parti attive delle città che abitiamo.

Sul palco ci saranno economisti, politici, personaggi famosi, rappresentanti di associazioni di volontariato e persone comuni. Ciascuno di loro metterà sul tavolo con onestà ciò che ha fatto, ciò che vorrebbe fare e, anche, quello che ad oggi ancora non si è riusciti a realizzare.

Sai papà, mi ha detto qualche giorno fa Giovanni, io non capisco proprio perchè la gente rovini così i muri e butti tutto a terra, ma non capiscono che questa è casa loro? 

Hai ragione Giovanni, crescendo non tutti capiscono che anche quella è casa loro e che tutti possiamo aiutare a renderla più bella in un modo semplice, partecipando alla creazione della nostra città, giorno dopo giorno.

Come si legge nel programma di Milano Partecipa. 

Mi raccomando, dal 22 al 24 novembre partecipate anche voi.


© Riproduzione Riservata

Commenti